AIUTO ALLE AZIENDE , LE GRANDI CANNONATE DI LIQUIDITA’ DEL PRESIDNETE DEL CONSIGLIO Conte (VOLUTAMENTE IN MINUSCOLO).

AIUTO ALLE AZIENDE  , LE GRANDI CANNONATE DI LIQUIDITA DEL PRESIDNETE DEL CONSIGLIO  Conte (VOLUTAMENTE IN MINUSCOLO).

Decreto Liquidità

Riferimento

Art1. ,1-bis e 13 ,DL n. 23/2020

Oggi un’altra brillante scoperta, sulle false dichiarazioni del nostro  Presidente del Consiglio.

Fatti:

Ho un piccola Azienda, nel settore informatico, premetto che ho sempre lavorato con soldi miei e mai della Banca. Fatturando mediamente dai 15.000 €ai 30.000€  mese   

ieri dopo consulto con commercialista, mi dice che va pagato  iva relativa al 4 trimestre 2019 che era in scadenza il 16 Marzo 2020 e prorogata al 16 giugno 2020 (causa chiusura aziende per Lock Down)

Avendo  vissuto , e pagato spese azienda , affitti, personale , dal 28 Febbraio ad oggi con i soldi risparmiati e compreso le somme da  versare di iva, e parliamo di 8.000 euro non grandissime cifre , mi consiglia di andare in banca  (Unicredit) ma sono tutte uguali, dove mediamente faccio girare dai 200.000€ a 400.000 all’anno, per richiedere finanziamento garantito dal Governo,  per somma fino a 30.000€  .

La risposta della Banca, non possiamo darglielo, primo perché 10 anni fa ero amministratore di una società che ha dichiarato Fallimento in proprio (chiudendo regolarmente attività e senza nessun debito) quindi a loro come banca tramite i loro circuiti interbancari,  risulta dai loro terminali questa dicitura, e nonostante io abbia un’altra azienda da 10 anni senza un debito, mai un problema di pagamenti,  nessun finanziamento in atto,  di quello che dice governo se ne Sbattono, (queste e stato il succo del discorso) , e  neanche ti fanno fare la domanda.

Ora mi domando, io in qualche modo reggo il colpo, rateizzerò sperando che il lavoro riprenda , il pagamento con agenzie delle entrate, ma mi domando.

Porca di quella miseria,  Ma perché dobbiamo essere presi per i fondelli dal Nostro Carlo Presidente Conte, e quella manica di incompetenti delle commissioni tecniche costate fior di milioni,  che hanno scritto questo decreto, si incompetenti, perché i soldi dovevano finanziarceli il Governo , non demandare alle banche, dei privati,  perché questi istituti se ne fregano altamente che tu riprendi o no a lavorare, se avessi avuto magari un’esposizione con la banca per qualche milione di Euro allora pur di rientrare dei loro soldi il finanziamento lo avrebbero dato, ma visto che non ho debiti per loro che la mia azienda esista o no poco importa.
ora che soluzioni rimangono.

Rateizzare e tirarmi il collo mese per mese per pagare queste somme nonostante io non abbia lavorato per colpa del Governo  per tre mesi , senza incassare quasi nulla,  Ho avuto una riduzione del 90 % delle entrate pur mentendo le stesse Spese.

O chiudere azienda,

Andare in svizzera e aprire la società, e lavorare in Italia,  mentendo cosi le tutatele della Svizzera per imprenditori.

Perché dovete costringere un azienda che ha sempre lavorato correttamente , con attivo, una delle aziende all’avanguardia nei sistemi di sicurezza attivi e passivi nei sistemi TLC , ad andare all’estero.

Voi non siete il mio Governo, non avete tutelato la mia impresa e le persone che lavorano con me , siete una manica di incapaci, degli improvvisati, voi e le vostre commissioni, 

Mi viene solo il voltastomaco.

                        Io sono sempre stato per cambiare le cose in modo legale e corretto, ma non posso ora dopo ennesima porcata da parte vostra , che non avete tutelato, noi cittadini ,non pensare a quelle famiglie ridotte sul lastrico, perché non tutti potranno riuscire ad assorbire il colpo , e pensano che la protesta debba essere diversa, anche violenta ( come dargli torto, si sentono come me abbandonati in balia di Strozzini legalizzati il sistema Bancario italiano) preposto dal Governo a darci gli aiuti economici , che voi Governanti ci avete promesso,  per il quale siamo costretti a mendicare un diritto, che voi ci avete tolto, il diritto al Lavoro, facendoci chiudere senza darci nulla per sostenerci.

Dalmasso Carlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *