IL COLORE DELLA POLITICA

Che le sfumature della vita possano essere molteplici, questo è ampiamente accettato ed innegabile, che il compromesso a volte faccia vivere più sereni chiaramente si, lo si accetta.

Quello di cui abbiamo piene le tasche è l'aver travisato questi concetti per il solo tornaconto di partito, o peggio ancora personale della intera classe politica. La coerenza e quindi il colore è roba antica oramai, finita con Berlinguer ed Almirante, uomini che anteponevano il Benessere supremo del Paese a tutto, per come dovrebbe essere, aiutandosi, discutendo filosoficamente e rispondendo sempre nel merito di quello che la gente gli chiedeva di attuare con i programmi politici che, avevamo pure il buon senso di condividere e scrivere con il popolo italiano.
Purtroppo il tempo di quelle persone è terminato, e il ricambio della classe politica non è stato adeguato alle necessità di spessore umano, culturale e di impegno per il Paese, che la Repubblica Italiana invece avrebbe meritato. Ho volutamente scritto Repubblica Italiana perché forse moltissimi si dimenticano del Significato, Repubblica, dal latino RES Pubblica, cosa di tutti, cosa che appartiene a tutti. Quindi se questo Paese e di tutti coloro i quali Ci nascono ci abitano e ci pagano le tasse, identificando questi tre principi come i fondamentali per essere ritenuti dei Cittadini Italiani, ognuno dovrebbe quantomeno fare la propria parte per il Bene supremo del Paese. Ora, dal lato dei cittadini, non so davvero che cosa altro chiedere ad un Popolo che ha dimostrato diligenza, impegno e sacrificio nel superare una crisi pandemica, rinunciando a praticamente tutto, lavoro, vita sociale, ma ancora di più la salute, l'incolumità, il lavoro, la propria dignità. Dall'altro lato, la classe politica, nessuno escluso. I signorini dai colori e tonalità molto simili alla carta moneta in vigore in Europa, colori tenui, mai chiari, mai nitidi e distinti. I signorini ai quali interessa solamente il lucro, il guadagno delle poltrone, e la permanenza sulle stesse, a discapito del bene della popolazione che spesso li ha messi li a governare, anzi no, scusate questo non capita più dal 2012, vi ricordate quando qualcuno disse "tranquillo Letta, lavora tranquillo…. ecco appunto. La cosa vomitevole è che non esistono ne schieramenti ne colori? no, la cosa vomitevole è che si fa pure finta di fare opposizione in virtù di spartizione delle poltrone ma non solo a Montecitorio, ma in tutte le aziende pubbliche e para statali. In ogni Regione, Provincia, Comune, in ogni azienda che ha a che vedere con le casse dello Stato, ci si annidano i peggiori batteri esistenti al mondo…. i collusi. Ora si parla delle siringhe che il super commissario voleva acquistare a 6 volte il prezzo di mercato? ma per favore… quell'altro figlio di satana che ha pagato 14 milioni per delle mascherine mai arrivate non lo si indaga neppure perché appartiene alla parte protetta della magistratura corrotta. per non parlare degli appalti pubblici negli ospedali da dove escono fiumi di denaro dai volumi inimmaginabili. Oppure parliamo di immigranti e delle cooperative di accoglienza alle quali vengono affidati dei fondi per recuperarli accudirli e formarli, ma guarda un po', e se andiamo a vedere a chi fanno capo queste cooperative? scopri un ministro, la sorella di un ex primo ministro, la moglie di un senatore se non il senatore stesso, amici degli amici.
Quegli amici che poi vai a vedere controllano il racket delle estorsioni e il pizzo, quelli delle tangenti per le immondizie, quelli stessi che prendono le stecche per il macero della frutta.
E questo perchè? perchè il sistema fatto così per come è fatto è stato reso vulnerabile, piegato agli interessi di pochi e a scapito di tutti, perchè la macchina burocratica offre il 55 % dei posti di lavoro assimilabili allo Stato, quindi con stipendio garantito, perchè solo a Roma l'80 % degli stipendi sono garantiti, perchè oltre a questo tutti i benefici sono garantiti, in modo da garantire a loro volta chi sta sopra, la classe dirigente che molto irresponsabilmente e consciamente agisce nel mero interesse dei pochi. Cosa fare allora? Fin da tempi non sospetti si deve assolutamente cambiare la carta delle regole di gioco. Vogliamo immaginare un attimo una situazione diversa perchè: non si puo' essere candidato per nessun partito politico se si ha fatto anche un solo giorno da deputato fino al 28.01.21, non si puo' essere eletti se si era familiari di politici in carica fino alla data indicata. mai piu' un nome di quelli che hanno calcato i corridoi del transatlantico o palazzo madama potrà mai tornare a fare politica.
oltre a questo, si viene eletti solo dal popolo italiano che è e resta sovrano, quindi anche il presidente del consiglio e il Capo dello stato, devono essere eletti dal popolo punto e basta. Si governa fino ai 67 anni di età e poi fuori dalle scatole. si accumulano i diritti di pensionamento come tutti gli altri cittadini con le stesse regole e percentuali di accumulo. la doppia pensione dei sindacalisti via con effetto retroattivo e immediato, si tratta di furto legalizzato e come tale va assolutamente tolto. esproprio di tutti i beni e dico tutti, derivanti dalle illecite attività politiche con le associazioni criminali, le cooperative e le mafie. esproprio immediato e  re immissione delle liquidità nel mercato favorendo le piccole e medie aziende fin qui taglieggiate con tassazioni assurde, così come i dipendenti del settore privato. tutte queste categorie saranno assoggettati a due aliquote fiscali la basica del 21,5 % e la più alta del 32 % per i redditi che superano il milione di euro. il calcolo del reddito sarà fatto tenendo conto di tutte le voci di costo che il contribuente sostiene come mantenimento dei figli scuola affitto o mutuo assicurazione auto e altre voci indispensabili per andarsi a recuperare il reddito.
divieto assoluto per chi fa politica di avere altri redditi, se fai il politico fai quello e basta, non esistono altri benefici del reddito e dei rimborsi autorizzati e certificati, e non come il biglietto con easyjet di Napolitano che al Paese costò 9000,00 €! 
riduzione delle poltrone in virtù di un aumento delle competenze delle persone chiamate a governare, impossibilità di passare da uno schieramento all'altro, pena l'esclusione dalla vita politica fino alle elezioni successive, riforma della scuola al passo con i tempi, imprese per i grandi appalti controllate dallo stato al fine di assicurare la trasparenza negli appalti e nella realizzazione delle opere.
Via i redditi di cittadinanza, sono assistenzialismo associabile al voto di scambio, piuttosto do il reddito di disoccupazione e il cittadino risponde alle chiamate per coprire i lavori pubblici che sono necessari dai rifiuti al giardinaggio comunale alla assistenza agli anziani, non ci vai? bene niente reddito. taglio totale delle pensioni privilegiate, e redistribuzione ai pensionati i quali hanno le stesse pensioni da 20 anni con un potere d'acquisto rimasto fermo ai primi anni 2000, quindi si trovano ad avere una pensione che nominalmente è sempre 500,00 €, ma che ha la forza di acquisto attualizzata ad oggi di appena 418,66 €.Si deve governare per 5 anni e governa chi vince ai voti sulla base di due schieramenti e basta, no l'accozzaglia di un nulla ideologico e cerebrale.
Sono un sognatore, si certamente perché questo sogno si potrebbe realizzare solo se la volontà di tutti fosse questa, avere un Paese libero e sovrano, dove il Popolo è Sovrano. Invece siamo pieni di gente che si preoccupa del festival di san remo, concorso canoro finto che serve anche li per mungere denaro e basta, mentre i cinema e i teatri restano chiusi perché il contagio del virus altrimenti innescherebbe altri focolai… siamo ridicoli come la qualità dei programmi televisivi che guardiamo cari italiani. Siamo buffoni come quelli che ci rappresentano, e se non abbiamo capito che il Paese ce lo possiamo riprendere solo noi e con le buone non funziona, allora uomini e donne, Italiani…. uniamoci e mandiamoli a casa anche con bastoni e pietre se serve. ( lo diceva Pertini, lo riporto io….). Altro che vedere il Paese regalato ai cinesi, perché in cambio arrivano tangenti da 30 milioni al colpo in questa o quella cooperativa, o nello studio di qualche avvocato spacciato per internazionalista per poi far sparire i soldi come manco il mago silvan faceva con i fiammiferi…

Quando vi guarderete allo specchio, perché prima o poi lo farete, chiedetevi questo: ma io ai miei figli… che Nazione sto lasciando? sono fiero di non aver neppure tentato di fare qualcosa per il mio Paese? se invece sei il classico italiano o la classica italiana che tira fuori il tricolore e l'inno di Mameli sono quando ci sono i mondiali di calcio o le olimpiadi… beh allora tieniti questo governo e non rompere più il cazzo a nessuno, non ti lamentare più e vivi da schiavo succube fino al giorno in cui ti entreranno in casa rivendicando lo IUS prime Noctis o diritti sessuali sui tuoi figli, perché questo allora…. è quello che ti meriti.

La previsione diabolica….

Sono le 23.30 di una tiepida serata estiva, sarà anche il gracidio delle rane, il frinito delle cicale oppure solamente l’attorcigliarsi dello stomaco nel pensare a quanto leggo…
Fatto sta che l’Alluminio, questo duttile ad argenteo metallo, che si estrae prevalentemente dalla Bauxite, quindi si trova in natura più o meno ovunque nei vari Continenti, questo elemento così morbido, malleabile, e estremamente resistente tant’è che viene utilizzato non solo per profili e vetrocamere, ma le applicazioni se leggerete bene resterete sorpresi.
Bene, lasciate che vi racconti cosa accadde e come venne lungimirantemente gestita questa faccenda dal mondo Politico. Erano i primi anni novanta, la situazione Economica, nonostante tutto non era così disastrosa, anche se il peso delle scelte sbagliate della fine anni 80 si iniziava a far sentire, erano gli anni delle grandi lotte armate dello Stato contro la Mafia, erano gli anni del grande sogno delle energie rinnovabili. Erano ahimè, anche gli anni di tangentopoli, di mani pulite, del tanto rumore per nulla, del “volemose tutti bene”, e di arresti veri e propri se ne videro talmente pochi da far vergognare chiunque, … gli altri… decorsi termini fu la scusante più utilizzata, poi cavilli processuali, oppure altre machiavelliche soluzioni per non far pagare nulla a chi lo danneggia lo Stato. Erano anni in cui bastavano tre parole, tuttavia, per far aprire un divario che nemmeno la divina divisione delle acque saprebbe rappresentare visivamente, MADE IN ITALY.
Prodotto in Italia significa da sempre eccellenza per idea, tecnologia, raffinatezza, classe, eleganza, tradizione artigianale divenuta industria, identità.
Bene, fra le invenzioni della Prima Repubblica, nacque fra gli altri l’Ente autonomo di gestione per le partecipazioni del Fondo di finanziamento dell’industria meccanica, EFIM, Ente che doveva valutare il business strategico e dare spazio finanziario nonché cercare attorno al mondo anche dei potenziali clienti per poter irrobustire la struttura delle aziende, e dare continuità alle commesse quindi ai fatturati, quindi al gettito Fiscale. Tra gli autori di questa ottima soluzione per le Imprese di tipo Metalmeccanico, ma ce n’erano anche altri enti per altri settori, ricordiamo l’apporto di Aldo Moro, e l’idea senza scadere nel filosofico, era molto sana ed innovativa per l’epoca, poichè si responsabilizzava lo Stato a valutare non solo i settori strategici da finanziare e quindi da spingere, ma lo si metteva nelle condizioni di poter pianificare una strategia di politica economica futuribile e attuabile in più generazioni, Pensate, quello che un comune Stato democratico moderno fa e deve fare, riflettiamo.
Questo settore in Italia ha rappresentato un colosso delle esportazioni con poli Industriali come Marghera, La Sardegna, Teano, eccetera così importante da far divenire l’Italia il secondo produttore di Alluminio per semi lavorati in Europa e il terzo al Mondo, lavoravano in questo settore decine di migliaia di persone, le aziende lavoravano a pieno regime e, si era pronti a valutare una ulteriore espansione perché sempre più commesse venivano dirottate in Italia e non più in Germania. ( A guardarla oggi pare una applicazione della legge del contrappasso, ma è solo una mia personale riflessione non ci fate caso ). Ovviamente questo pilastro Italiano che si erge a faro della produzione ha indispettito qualcuno che si vedeva sottratto il centro di potere, e badiamo qui c’è poco da congetturare… è storia e dobbiamo farcene una ragione!!!
l’Italia, purtroppo, non ha sempre la Dea bendata dalla sua, a volte viene tradita proprio dai propri figli, che per avidità, per debolezza ed ignoranza, si lasciano ammaliare dalle sirene del denaro, come dei moderni marinai in balia delle tormentate acque per raggiunger Itaca, ma naufragando ricchi di bottini personali. Il vice presidente dell’Efim era Mauro Leone, figlio dell’ex Presidente della Repubblica, Direttore di Safim, organo che controllava anche EFIM… ma guarda il controllore che controlla il controllato… ( e da adesso in poi sarà sempre così facciamocene una ragione 2).
Dunque, questo soggetto, coadiuvato dallo scenario politico del momento, senza nominarli tutti perchè ci vorrebbe quasi l’elenco completo dei parlamentari e dei senatori, decisero che l’Alluminio non aveva futuro in Italia e che sarebbe iniziato a pesare sul bilancio dello Stato troppo pesantemente per essere interessante e strategico. con questa storiella, i geni del male, iniziarono a rifiutare per interposta persona ovviamente, le commesse che erano in portafoglio, e gradualmente dismisero impianti su impianti affinché si avverasse la previsione che il settore Alluminio non aveva futuro.
Dai primi anni 2000 l’Italia iniziò sempre più ad acquistare questo inutile metallo da altri Paesi, fino a meravigliarsi di come questo elemento chimico venga impiegato in centinaia di applicazioni.
Lascio a chi legge le dovute considerazioni, l’essere d’accordo o meno non ha importanza oggi, l’unica cosa che conta è che invece di avere una voce che incrementa il PIL, sottrae produzione, reddito e ricchezza ad un Paese ancora guidato da chi non riconoscerebbe una duna di sabbia guardando il Sahara economico che hanno generato.
Cordialmente saluto.  

RIPARTIRE, ITALIA!

Dagli Anni in cui lo Stato ha rinunciato ad essere onnipresente nella vita economica e si è superato l’estremizzato assistenzialismo, in parte a ragione, per altri risvolti a torto, sono spariti i Dicasteri come le Partecipazioni Statali, il Mezzogiorno, ed altre istituzioni che in parte gestivano cercando una equità in materia di sostegno sociale e economico laddove le differenze fossero troppo ampie e si generavano delle defezioni sociali. fra tutte le proposte che negli ultimi mesi abbiamo sentito snocciolare, chi con un minimo di consapevolezza e capacità, chi meno, decine di soluzioni per far ripartire il Paese. L’unico ingrediente che è stato omesso nelle varie ricette è il buon senso e il fine ultimo di dare un valore aggiunto al Bene supremo del Paese. Ora, lo scenario complessivo del nostro Paese è questo, che piaccia o no:non si hanno produzioni pesanti che giustifichino una bilancia delle esportazioni solida non si hanno grandi industrie con liste di commesse per i prossimi anni non abbiamo sovranità monetaria il turismo è in ginocchio a causa del COVID e della mancanza di un programma poliennale fatto dal Governo e dall’Agenzia per il Turismo volto a assicurarsi i turisti che più possono spendere nel nostro Territorio.l’Agricoltura ha perso parte dei raccolti a causa dell’assenza dei braccianti e in parte anche per l’assenza di convenienza nel raccogliere, punto che va spiegato e si sostanzia nell’avere un raccolto con un prezzo da proporre sul mercato talmente basso che i costi per eseguire il raccolto lo rendono sconveniente, antieconomico e quindi si preferisce lasciare il raccolto a macerare sul terreno anzichè metterlo nel circuito di vendita dei mercati.l’Industria dello sport e Spettacolo registra il 70 % della depressione economica dovuta si alla impossibilità di fare aggregazione per eventi sportivi specialmente per il calcio, dove i diritti televisivi hanno dimostrato maggiore valore della salute degli stessi atleti. Gli spettacoli laddove non soppressi del tutto sono stati talmente limitati costringendo spesso gli artisti a rinunciare le esibizioni, costringendo non solo se stessi a rinunciare agli incassi ma mettendo anche l’indotto nelle stesse condizioni.Settore terziario che in presenza di blocco degli spostamenti ha funzionato discretamente per le consegne a domicilio, oramai ci consegnano di tutto senza alcun problema, ma perdiamo la socialità ed il convivio, il confronto umano fra persone pensanti. specie nelle generazioni più giovani questo aspetto, se manca, è drammatico proprio perché hanno talmente bisogno di confrontarsi tra di loro e di stare assieme che, valuterei piuttosto dei controlli medici più ravvicinati, ma dargli la possibilità di stare aggregati almeno a scuola e per le attività sportive, senza indebolirli anche sotto il profilo degli anticorpi prodotti che, stando chiusi in casa, chiaramente sarà ridotto rispetto a chi esce tutti i giorni.Per Sommi capi quindi abbiamo bisogno di aiutare ogni settore, abbiamo bisogno in alcuni casi di interventi così viscerali e profondi che sembra una missione impossibile.NO! non è così e dobbiamo iniziare ad aprire gli occhi sul fatto che non dobbiamo per forza dipendere dal sistema bancario, le banche sono lo strumento per trattare il denaro sui mercati di scambio, nulla di più. Nel tipo di società che a me piace, lo Stato offre da sua sponte gli strumenti che servono alla società, al suo popolo, per poter far funzionare il Paese, produrre ricchezza e dare aiuto attraverso l’assistenza pubblica alle categorie che sono meno fortunate. Nel tipo di società che piace ai cittadini che ho interpellato, lo Stato non deve più rappresentare il socio Occulto delle imprese asportando il 60 – 65 % dei volumi prodotti in termine di profitto ai soggetti che fanno impresa e che danno lavoro alle famiglie che poi spendono il reddito nei consumi e riforniscono lo Stato per l’IVA sugli acquisti ( altro errore il cittadino non deve essere colpito dall’Iva ma dovrebbe essere riassorbita dallo Stato.)Nella Società che i cittadini interpellati vorrebbero, lo Stato argina l’esigenza di liquidità stampando moneta e mettendola in circolo immediatamente per realizzare le opere di ingegneria, di viabilità, di infrastrutture e tecnologie anche legate all’ambiente, che mettano il Paese nelle condizioni di essere al passo con i tempi anche per l’utilizzo di energie. Nella Nazione che i cittadini vorrebbero, lo Stato tutela da ogni rischio di povertà i propri contribuenti bloccandogli le imposte in caso di eventi straordinari, sospendendogli anche le tasse sul patrimonio immobiliare per permettergli di assicurare il cibo alle proprie famiglie. Prima ancora di questo, lo Stato, si rivolge alle imprese, e gli chiede: cosa posso fare per te oggi? non soluzioni futuribili e condizionate ad azioni di cui lo Stato stesso non può’ determinare la riuscita, e nessuno soggetto esterno allo Stato può’ e deve mai avere voce in capitolo. La Costituzione sancisce che lo Stato sta in piedi grazie al Lavoro e alla Sovranità territoriale, di identità e monetaria del proprio Popolo. Quindi, volendo entrare nel dettaglio del come si fanno le cose, si devono mettere in atto le seguenti manovre:riduzione delle imposte e dell’iva alle imprese, defiscalizzazione su acquisti x investimenti e assunzioni, blocco IRPEF per i dipendenti e i pensionati unificazione delle casse integrazioni con e senza deroga in gestione regionale e non all’INPS, totalmente avulso da manovre di urgenza e immediatezza.per le Aziende che possono anticipare le CIG ai dipendenti, riconoscere medesimo importo di credito d’imposta.emissione di buoni del tesoro a capitale garantito per tutelare il capitale dei risparmiatori mantenendolo fra le mura del Paese.Riapertura delle produzioni pesanti centralizzate e statali Tetto massimo delle imposte sia alle aziende sia per i cittadini singoli Investimento da 2,5 Miliardi di € ( fondi già disponibili per circa 6,7 MLD) per evoluzione professionale dei docenti e messa a punto delle aule e degli strumenti necessari agli studenti Contratti stabili del mercato del lavoro Indennità per le pensioni minime oppure aumento delle stesse ad almeno 800 €Innalzamento degli stipendi o alleggerimento fiscale degli stessi per le forze dell’Ordine con incarichi logoranti e a stretto contatto con possibile e ricorrente pericolo.Riduzione del numero dei parlamentari a 100 unità per camera Elezione diretta del presidente del consiglio che le forze politiche presenteranno prima delle elezioni e non potranno essere variati o sostituiti chi rinuncia non da posto a nessun altro e chi è eletto con una corrente non può passare con le stesse elezioni ad altro schieramento politico.Elezione diretta del presidente della Repubblica da parte del popolo Deroga alle regioni in materia di diritto del lavoro, sanità e scuola con coordinamento statale solo per le macro materie.Tetto massimo agli stipendi dei parlamentari e dei senatori con limite in 5000  € limite di cariche assumibili in 2 unicamente una a livello locale, regionale ed una Statale oppure una nazionale ed una Europea laddove le competenze del soggetto lo permettano.Abolizione definitiva dei vitalizi e delle pensioni d’oro o le multi indennità . Abolizione dei senatori a vita se non per elevato lustro fornito al Paese per il lavoro o servizio reso.Essere sorpresi a svolgere lavori diversi dal mandato e se per interessi personali radiazione dal pubblico ufficio e restituzione di ogni somma percepita, espulsione dal lavoro pubblico. condanna per privato interesse in affare pubblico significa la radiazione a vita dalla vita politica.Apertura centri di studio delle arti e professioni, finalizzate al contratto di apprendistato. dopo i 3 anni di apprendistato il datore di lavoro che vuole tenere con se il dipendente sgravio fiscale per altri 5 anni, e assunzione con qualifica di professionista artigiano, se il dipendente intraprende la libera professione 5 anni di totale zero fisco per aiutarlo a farsi la sua posizione. Mi auguro di poter vedere che i punti che ho selezionato in quanto i prioritari secondo quello che la gente per strada mi dice, troveranno il favore di tutti, in modo da essere il proclama, il manifesto su cui cucire, come le abili mani delle sarte di un tempo sapevano fare, il futuro addosso ai nostri figli. Auspico di leggere interesse e intenti di azione propositiva, auspico che tutti insieme vogliamo tradurre in concretezza queste volontà del Popolo Italiano.

Chi ha incastrato Peter Pan?

Tempo fa c’era una divertentissima trasmissione che si intitolava “Chi ha incastrato Peter Pan”, condotta dall’istrionico Bonolis, era di fatto un modo per far ridere i bambini, nobilissimo scopo, era un modo per demonizzare quello che è sbagliato in favore di cosa è giusto. Ecco, il senso del giusto, il senso del poter dire la mia libertà finisce laddove inizia quella di un altro. Uno dei principi cardine della democrazia, uno dei principi inalienabili del vivere in società.
Poi invece c’è la vita reale, e scopri ogni giorno che non c’è alcun limite allo sdegno, alla vergogna ed all’oltraggio per l’essere umano.
Che la nostra Magistratura fosse in parte costituita da persone che al cospetto di Falcone, Borsellino, il Generale Dalla Chiesa, Rocco Chinnici, Livatino non potrebbero reggere il loro sguardo neppure per un istante, che i vertici del nostro Paese siano stati guidati da un “puparo” che neanche Brian de Palma, o Steven Spielberg sono in grado di manovrare una regia così sapientemente subdola e malvagia, quello stesso puparo che durante l’ultimo governo eletto con il consenso del popolo, quindi con il voto, con Berlusconi a capo del Governo, egli tramava nei corridoi di palazzo incontrando Monti e & costruendo le basi per l’eliminazione politica e sociale di un uomo, che può piacere o no, con il quale si può essere d’accordo o meno, ma che comunque almeno come persona va rispettata. Fosse solo che da imprenditore ha dato da lavoro a decine di migliaia di persone.
Ma il puparo non può digerire che si possa vivere in un Paese che è governato democraticamente, lui che in passato si macchio già di reati gravissimi e che vendette, secondo le legende storiche, i segreti di Stato alla Russia, lui che fece sparire le intercettazioni a suo carico, lui che chissà quale ruolo ebbe anche in altre pagine brutali del nostro Paese, Lui colpito più di chiunque altri dal delirio di Onnipotenza che ancora oggi ci costa quanto 3 ministeri, lui doveva agire.
Il come è abbastanza squallido ma Machiavellico nella fattura, una mente sopraffina ha disegnato una vera e propria cattedrale della cospirazione, incastrando Peter Pan assieme a tutta l’isola che ora c’è perché hanno creato pure le prove che esiste. Quindi vergogna mediatica, gogna mediatica, espulsione dal Parlamento come neanche Maduro meriterebbe. Il complotto è servito, lo schema per dare parola e soprattutto potere a Monti & C. squadristi di bilderberg è compiuto. Ora finalmente cala il sipario sul paese gestito democraticamente, ora l’angelo del male muove i fili per regalare ai poteri forti ogni centimetro quadrato del Paese, ogni pezzetto di orgoglio nazionale dell’imprenditoria, perché un Paese che produce ricchezza è il diavolo per il Puparo.
In sei anni cosa è successo nello scenario politico? Che ogni cultura politica è stata messa da parte in favore del nulla cerebrale che alimenta un caos controllato per distogliere l’attenzione da quanto in realtà fanno, e combuttano, in sei anni abbiamo visto persone prive di ogni skill professionale raggiungere posti che solo a pensarli devi essere un eroe della patria, altro che far albergare la Farnesina a uno che non sa neanche cosa dice in italiano figuriamoci nelle altre lingue. In sei anni abbiamo visto lo scempio delle svendite di ogni azienda italiana per privilegiare gli interessi di Merkel e unione europea che sempre più è consapevole che ha un corridoio lungo la spina dorsale del Paese e che possono percorrerlo senza che nessuno li disturbi.
Poi, il 29 giugno del 2020, salta fuori una intercettazione ad un Magistrato il quale ammette, candidamente che quello creato e appositamente generato per Berlusconi era un PLOTONE DI ESECUZIONE, che egli stesso si vergogna di essere un magistrato per aver firmato una sentenza che era assurda, ingiusta e soprattutto falsa. Si toglie il peso dalla coscienza confessando il complotto, quindi mette allo scoperto il puparo? Lo scopriremo nelle prossime puntate….


Resta il fatto, per chiudere l’argomento, che se si vuole risolvere il problema della Magistratura deviata, di parte e corrotta, il CSM deve essere laico e apolitico, fosse per me lo farei segreto e da incappucciati come nei Beati Paoli, organismo segreto e inarrivabile quindi incorruttibile. Via le toghe dal CSM, deve finire lo schifo di chi controlla il controllore. Devono finire le impunità e le immunità per i giudici che sbagliano con dolo e consapevolezza di applicare il complotto, non basta cacciarli da palazzo per poi vederli in tv a 3000 euro a gettone di presenza. Devono essere inibiti a vita dall’esercizio della Magistratura, e di ogni altro pubblico ufficio.
Oltre a ciò, che la riforma della magistratura compia il passo successivo, ogni due anni metta sotto esame di valutazione ogni singolo giudice in modo che se qualcun altro provi ad incastrare ingiustamente Peter Pan, venga bloccato subito.

L’Italia è morta, così come la democrazia, la lealtà ideologica e l’amor di patria.

Piano economico e sociale:
Il quadro economico è davvero triste, oltre a ribadire che dobbiamo toglierci dal gioco delle banche e che dobbiamo cambiare le regole in materia di finanza per la legge di bilancio, nonché per le attribuzioni del chi fa che cosa, quando di mezzo ci sono i fondi pubblici, e nel mentre di una bufera senza precedenti, loro, la banda bassotti più incallita che possa esistere, si riaccaparra i vitalizi!

Sono morti anche tutti i cittadini, restano vivi solamente i 5 infami che hanno composto la commissione con due votanti a favore, due contrari che sono più falsi di pinocchio e un astenuto, il presidente della Commissione, e pure in barba al conflitto d’interessi, e allora cari signori miei, possiamo stare qua a disegnare dei sentieri virtuosi per poter cambiare il Paese ma se questa gente non viene spazzata via per sempre dallo scenario politico, non cambierà mai nulla. Sono tutti uguali e vorrei che veramente le piazze insorgessero e cominciassero a volare schiaffi a tutto spiano, verso ogni singolo presente in Parlamento e Senato che non si è assolutamente opposto a questa vergogna.

Poco importa se poi si vuole utilizzare il MES o meno, poco importa se il Recovery Found ci costringerà a dover far arricchire la Germania sulle spalle dei nostri figli e nipoti, poco importa se siamo pervasi e zeppi di commissioni di esperti per non aver partorito un bel niente di niente. Ci sono delle possibilità di salvare questo Paese? Si, facciamo una coalizione con Esercito, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia e Marina Militare, andiamo a sollevarli tutti dal loro incarico e andiamo tutti a processarli in Piazza.
Per alto tradimento al popolo italiano, ergastolo a tutti senza possibilità di sconti di pena, carcere da scontare in condizioni di isolamento totale, altro che 41 bis con i cellulari, infami maledetti, e divieto per legge di partecipazione ad attività politiche e sociali per le prossime sette generazioni di tutti i discendenti di ogni singolo parlamentare abbia appoggiato le terga dentro quelle aule, fosse solo anche come consulente nominato perché amico di Di Majo. Esproprio di tutti i beni che si sono acquistati con i soldi pubblici, messa in vendita di tutti i beni confiscati alla mafia, e di ogni altra cosca o qualsivoglia criminalità, si espropriano tutti gli introiti del giro delle macchinette elettroniche dei giochi d’azzardo.

Tetto massimo agli stipendi pubblici, limite di 2 nomine una locale e una Nazionale, sono ammesse 15 cariche? NO!
Oppure una Nazionale e una Europea per quelle persone che almeno 3 lingue le parlano e possono rappresentarci degnamente all’interno di un Parlamento già inutile e inefficiente per sua definizione, fino a che da quelle sfere non ne usciremo come Paese autonomo e insindacabilmente libero da Bilderberg, e qual altro figlio di sua mamma si voglia.

La comunità europea deve essere gestita con regolamenti chiari e mutuati come procedura fra i paesi, la Banca Centrale Europea non ha ragione d’essere ne di esistere, così come l’euro, moneta finta, fittizia e mendace.
Il Mercato ha bisogno di libero scambio, di persone servizi e merci, libero transito, mutui riconoscimenti, ma l’Euro è esclusivamente una aspirapolvere gigantesca con cui inghiottire il profitto e il risparmio della società, quindi a questo si pone rimedio solamente con spirito di combattività produttiva finalizzata alla commercializzazione sia sul suolo nazionale sia all’estero di beni e servizi prioritariamente Italiani.
Solo ed esclusivamente quanto non prodotto e quanto irrealizzabile sul Suolo Patrio, verrà autorizzata importazione, altrimenti ci si ingegna e ci si struttura per creare quanto manca. Prima le famiglie e i figli italiani, e con questo non si provi neanche a farmi passare da razzista, perché sono figli italiani anche tutti gli immigrati che regolarmente sono arrivati qui e si sono integrati, così quelli che realmente sono scappati da situazioni belliche, noi stessi siamo stati migranti e abbiamo sempre lavorato sodo, tutti gli altri facciano la stessa fine della feccia che ha ammorbato lo scenario politico fino ad oggi, o via o carcere, non esiste altro modo.

Ora, sappiate che sono stanco di dire… sono stanco di vedere che a queste fecce si è permesso qualsivoglia decreto, comportamento e decisione. Sono stanco di essere preso per il culo e dover anche dire grazie, l’Italiota medio è felice perché ha di nuovo la serie A, e fra poco parte di nuovo Temptation Islands. L’informazione è sempre più controllata da un regime occulto, quasi nessuno dice la verità o fa esprimere i veri pareri ai cittadini, perché? Perché ovviamente non possono permettersi di diventare scomodi, o di pestare i calli al politico amichetto che gli fa avere l’intervistina scoop, così ci rincoglioniscono di notizie plasmate a come cavolo conviene a loro.
Ma è davvero questo il Paese che volete? Ma è davvero questo il posto dove volete far vivere i vostri figli? Ma non vi viene un senso di nausea nel guardarvi allo specchio perché nessuno è in grado di unirsi all’altro e rimaniamo sempre dei nulla isolati singolarmente?
È il momento di unirci e di lottare assieme per vincere tutti ed avere indietro il nostro Paese, altrimenti, moriremo singolarmente e nella maniera più vigliacca possibile, senza averci neanche provato.