In evidenza

Il Virus delle Fake News Disinformazione di Regime e terrorismo mediatico

Disinformazione di Regime e terrorismo mediatico ,video cancellato e censurato da youtube , Matteo Brandi e Matteo Gracis

In evidenza

Documento citato durante salotto FPS con Dott. Massimo Citro del 28.04.2021

Oggi abbiamo la certezza dell’autenticità del documento che fb dava come Fake, perchè uno dei firmatari lo ha confermato al Dott. Citr, anche se poi la circolare e stata ritirata e fatta sparire.

In evidenza

Un Popolo all’esasperazione

Quando un popolo non ne può più di veder calpestati i propri diritti , il lavoro, non poter mantenere la famiglia, poi reagisce . mi auguro che questo faccia pensare bene i nostri9 governanti o cambiano rotta e in fretta o sarà sempre peggio, la gente non ce la fa più.

In evidenza

La fine del diritto ?

Oggi dopo il decreto che e stato varato ieri sera, credo sia stato dato un colpo alla credibilità dello Stato di Diritto, e alla nostra costituzione, tra scudi penali, e obblighi vari, sarà certo compito dei legali attuare quanto in loro potere, ma credo che ormai sia ben poco, per poter portare le nostre ragioni innanzi alle sedi opportune . Le nostre ragioni lo Stato di Diritto e il rispetto della Costituzione a noi tanto cara. Credo che dopo questo chiunque non si trovi in un isola deserta e sicuramente non nelle acque territoriali Italiane, oltre ai sanitari , sarà il prossimo nel mirino della coppia Cartabia – Speranza. I nostri diritti scritti dai Padri Fondatori della Costituzione, nei suoi articoli, memori di quanto accaduto durante la seconda guerra mondiale, quindi pensati e scritti, con precisione e meticolosità, ormai siano stati calpestati e defraudati del loro valore, nulla li farà tornare indietro. Perchè questo! l’azione intrapresa di manipolazione mediatica ,quello che abbiamo vissuto in questo anno, lo potremmo paragonare ad un incontro di boxe. Possiamo immaginarlo come una lotta per il titolo dei pesi massimi, dove però uno dei pugili pesa oltre i 90 kg, mente l’altro, quello che subisce inerme i pugni, é invece un peso piuma (NOI Cittadini). Ebbene sì, ci sono riusciti, ora siamo più che mai divisi, tra chi spera di tornare a una vita pre Covid ad ogni costo disposto a subire qualsiasi cosa, anche fare da cavia, a stare segregato, incurante di effetti a lungo termine, ad accusare il vicino, il bambino che gioca, a ghettizzare chi non la pensa come il DICTACT mediatico. E poi ci sono gli emarginati, quelli insultati, sbeffeggiati, come negazionisti, no – vax, solo, perchè vogliono vederci chiaro ed essere informati , (NEO REALISTI) che non ci stanno a subire inermi , purtroppo troppo pochi. Buona Pasqua a Tutti

In evidenza

Covid-19, Germania limita uso vaccino AstraZeneca per timori salute

BERLINO (Reuters) – Da oggi la Germania limiterà l’uso del vaccino contro il Covid-19 di AstraZeneca alle persone dai 60 anni in su e ai gruppi ad alta priorità, a seguito di ulteriori segnalazioni di rari effetti collaterali tromboembolici nel cervello.

“Dobbiamo poterci fidare dei vaccini”, ha detto ieri la cancelliera Angela Merkel ai giornalisti durante una conferenza stampa. “E la trasparenza è il modo migliore per affrontare una situazione del genere”, ha aggiunto.

Agendo su consiglio del comitato tedesco per i vaccini, noto come Stiko, il ministero federale della Salute e quelli statali hanno convenuto che le persone di età inferiore a 60 anni dovrebbero ricevere il vaccino AstraZeneca solo se appartengono a gruppi ad alta priorità, che includono pazienti ad alto rischio e operatori sanitari, previa consultazione con un medico.

Le persone di età inferiore a 60 anni che hanno già ricevuto la prima dose del vaccino di Astrazeneca hanno la possibilità di ricevere la seconda dose come previsto, se ad alta priorità, o di aspettare che Stiko emetta la sua raccomandazione, cosa che dovrebbe fare entro la fine di aprile.

Il nuovo limite all’uso del vaccino di AstraZeneca rappresenta un’altra battuta d’arresto nella già lenta campagna di vaccinazione del Paese.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Fonte https://it.investing.com/news/stock-market-news/covid19-germania-limita-uso-vaccino-astrazeneca-per-timori-salute-1991006

In evidenza

Noi eravamo Negazionisti, pazzi, NOI SIAMO NEO REALISTI MORTI DI COVID PERCHÉ CURATI TARDI, la VERGOGNA ITALIANA CONTINUA:

MORTI DI COVID PERCHÉ CURATI TARDI, la VERGOGNA ITALIANA CONTINUA. Guarda gli sviluppi dell’inchiesta di Angela Camuso, inviata per FUORI DAL CORO: innumerevoli morti di questi giorni sono ancora causati da MANCATE CURE TEMPESIVE AI MALATI di COVID, per colpa dell’inerzia dei nostri governanti che stanno fingendo di tutelarci con i lockdown ma NON stanno avvertendo la popolazione di quali rischi si corre a stare a casa ad “aspettare” senza farmaci con un virus che può farci aggravare all’improvviso e farci arrivare in ospedale quando ormai è troppo tardi. La giornalista Angela Camuso ha svelato già due mesi fa questo scandalo ed è autrice del libro LA VITA CHE CI STATE RUBANDO, contenente un dossier documentato sul tema ma la gestione scellerata di questa pandemia va avanti imperterrita secondo il medesimo copione. I lockdown sono conseguenza del collasso degli ospedali, ma i lockdown si potrebbero evitare semplicemente curando le persone a casa, eppure ciò non viene incentivato, né promosso, bensì ostacolato. Eppure, sono circa DIECIMILA , solo in Italia, i malati con sintomi anche gravi guariti con cure tempestive a casa e ora ci sono anche i primi studi scientifici che confermano questi risultati: TRE morti su QUATTRO possono essere EVITATI se si si interviene con farmaci comuni ai primi sintomi ma ai medici di base ancora NESSUNO dà chiare indicazioni in tal senso. Solo la Regione Piemonte ha deciso di cambiare rotta, ma a livello nazionale i protocolli ministeriali “Tachipirina e aspettare”, sconfessati pure da un’ordinanza del Tar, restano ancora, incredibilmente, in vigore. Così i malati ignari, gli sfortunati che non incontrano sulla loro strada medici capaci e responsabili, restano SOLI in balia del destino. Guarda il video con alcuni degli stralci più significativi delle ultime puntate di Fuori dal Coro, vi accorgerete che le nostre vite sono in balia di burocrati insipienti mentre il Paese affonda.Se non hai visto la prima parte dell’inchiesta di Angela Camuso clicca al seguente link:https://www.facebook.com/1033904223/posts/10219998098196146/?d=n

In evidenza

Il virus del Covid-19 sarebbe stato fabbricato in laboratorio a partire da quello dell’Aids (Vih)?

La «notizia» gira da tempo in rete, soprattutto nei canali più propensi al cospirazionismo. D’altra parte l’affermazione proviene all’origine da Luc Montagnier, 87 anni, famoso virologo francese, che nel 2008 venne insignito del nobel per la Medicina, proprio per la sua partecipazione alle ricerche che portarono alla scoperta del virus di Hiv. Il professore lo ha affermato in un’intervista al sito Pourquoidocteur.fr e lo ha poi ripetuto in diretta alla tv Cnews.

In evidenza

Come sono i Vaccini e che pericoli possono rappresentare

La dottoressa Loretta Bolgan intervistata da Morris San spiega come sono fatti e che cosa potrebbero creare , La dottoressa Bolgan ha conseguito un  dottorato di ricerca in Scienze farmaceutiche, è attuale consulente scientifico lg 210, ONB e Corvelva per le analisi dei vaccini. Inoltre è stata consulente nell’ultima commissione parlamentare d’inchiesta sui militari. 

In evidenza

Morto docente a Biella, Piemonte sospende AstraZenecaLa

decisione a titolo precauzionale dopo la morte a Biella di un insegnante cui ieri era stato somministrato il vaccino anti Covid: si attende

Articolo completo nel link.

https://www.adnkronos.com/vaccino-astrazeneca-sospeso-in-piemonte_297EqfKnQeQKMEBHERqLxX?refresh_ce

In evidenza

Il Virus va diagnosticato e curato a casa !

Giletti e Dott. bassetti danno del mago a Dott. Mariano Amici, Perchè La trasmissione fuori dal Coro , ha invece portato testimonianze illustri di primari medici , che dicono le stesse cose e combaciano con quanto asserito dal Dott. Amici, chi Mente? non e che i Maghi sono quelli che vogliono fare spettacolo in tv come profeti cambiando versione ogni mese ? e poi si lamentano se la gente li deride? Domando per un gruppo di amici, perchè mi sembra molto più credibile le versioni del dott. Amici e dei Medici in trincea vera, senza protezioni (non in una sala asettica) . Onore al Giornalista Giordano che per la prima volta porta la voce di queste persone in TV, compreso un Magistrato curato. Video estratti da quella trasmissione FUORI DA CORO del 02-02-2021

In evidenza

IL COLORE DELLA POLITICA

Che le sfumature della vita possano essere molteplici, questo è ampiamente accettato ed innegabile, che il compromesso a volte faccia vivere più sereni chiaramente si, lo si accetta.

Quello di cui abbiamo piene le tasche è l'aver travisato questi concetti per il solo tornaconto di partito, o peggio ancora personale della intera classe politica. La coerenza e quindi il colore è roba antica oramai, finita con Berlinguer ed Almirante, uomini che anteponevano il Benessere supremo del Paese a tutto, per come dovrebbe essere, aiutandosi, discutendo filosoficamente e rispondendo sempre nel merito di quello che la gente gli chiedeva di attuare con i programmi politici che, avevamo pure il buon senso di condividere e scrivere con il popolo italiano.
Purtroppo il tempo di quelle persone è terminato, e il ricambio della classe politica non è stato adeguato alle necessità di spessore umano, culturale e di impegno per il Paese, che la Repubblica Italiana invece avrebbe meritato. Ho volutamente scritto Repubblica Italiana perché forse moltissimi si dimenticano del Significato, Repubblica, dal latino RES Pubblica, cosa di tutti, cosa che appartiene a tutti. Quindi se questo Paese e di tutti coloro i quali Ci nascono ci abitano e ci pagano le tasse, identificando questi tre principi come i fondamentali per essere ritenuti dei Cittadini Italiani, ognuno dovrebbe quantomeno fare la propria parte per il Bene supremo del Paese. Ora, dal lato dei cittadini, non so davvero che cosa altro chiedere ad un Popolo che ha dimostrato diligenza, impegno e sacrificio nel superare una crisi pandemica, rinunciando a praticamente tutto, lavoro, vita sociale, ma ancora di più la salute, l'incolumità, il lavoro, la propria dignità. Dall'altro lato, la classe politica, nessuno escluso. I signorini dai colori e tonalità molto simili alla carta moneta in vigore in Europa, colori tenui, mai chiari, mai nitidi e distinti. I signorini ai quali interessa solamente il lucro, il guadagno delle poltrone, e la permanenza sulle stesse, a discapito del bene della popolazione che spesso li ha messi li a governare, anzi no, scusate questo non capita più dal 2012, vi ricordate quando qualcuno disse "tranquillo Letta, lavora tranquillo…. ecco appunto. La cosa vomitevole è che non esistono ne schieramenti ne colori? no, la cosa vomitevole è che si fa pure finta di fare opposizione in virtù di spartizione delle poltrone ma non solo a Montecitorio, ma in tutte le aziende pubbliche e para statali. In ogni Regione, Provincia, Comune, in ogni azienda che ha a che vedere con le casse dello Stato, ci si annidano i peggiori batteri esistenti al mondo…. i collusi. Ora si parla delle siringhe che il super commissario voleva acquistare a 6 volte il prezzo di mercato? ma per favore… quell'altro figlio di satana che ha pagato 14 milioni per delle mascherine mai arrivate non lo si indaga neppure perché appartiene alla parte protetta della magistratura corrotta. per non parlare degli appalti pubblici negli ospedali da dove escono fiumi di denaro dai volumi inimmaginabili. Oppure parliamo di immigranti e delle cooperative di accoglienza alle quali vengono affidati dei fondi per recuperarli accudirli e formarli, ma guarda un po', e se andiamo a vedere a chi fanno capo queste cooperative? scopri un ministro, la sorella di un ex primo ministro, la moglie di un senatore se non il senatore stesso, amici degli amici.
Quegli amici che poi vai a vedere controllano il racket delle estorsioni e il pizzo, quelli delle tangenti per le immondizie, quelli stessi che prendono le stecche per il macero della frutta.
E questo perchè? perchè il sistema fatto così per come è fatto è stato reso vulnerabile, piegato agli interessi di pochi e a scapito di tutti, perchè la macchina burocratica offre il 55 % dei posti di lavoro assimilabili allo Stato, quindi con stipendio garantito, perchè solo a Roma l'80 % degli stipendi sono garantiti, perchè oltre a questo tutti i benefici sono garantiti, in modo da garantire a loro volta chi sta sopra, la classe dirigente che molto irresponsabilmente e consciamente agisce nel mero interesse dei pochi. Cosa fare allora? Fin da tempi non sospetti si deve assolutamente cambiare la carta delle regole di gioco. Vogliamo immaginare un attimo una situazione diversa perchè: non si puo' essere candidato per nessun partito politico se si ha fatto anche un solo giorno da deputato fino al 28.01.21, non si puo' essere eletti se si era familiari di politici in carica fino alla data indicata. mai piu' un nome di quelli che hanno calcato i corridoi del transatlantico o palazzo madama potrà mai tornare a fare politica.
oltre a questo, si viene eletti solo dal popolo italiano che è e resta sovrano, quindi anche il presidente del consiglio e il Capo dello stato, devono essere eletti dal popolo punto e basta. Si governa fino ai 67 anni di età e poi fuori dalle scatole. si accumulano i diritti di pensionamento come tutti gli altri cittadini con le stesse regole e percentuali di accumulo. la doppia pensione dei sindacalisti via con effetto retroattivo e immediato, si tratta di furto legalizzato e come tale va assolutamente tolto. esproprio di tutti i beni e dico tutti, derivanti dalle illecite attività politiche con le associazioni criminali, le cooperative e le mafie. esproprio immediato e  re immissione delle liquidità nel mercato favorendo le piccole e medie aziende fin qui taglieggiate con tassazioni assurde, così come i dipendenti del settore privato. tutte queste categorie saranno assoggettati a due aliquote fiscali la basica del 21,5 % e la più alta del 32 % per i redditi che superano il milione di euro. il calcolo del reddito sarà fatto tenendo conto di tutte le voci di costo che il contribuente sostiene come mantenimento dei figli scuola affitto o mutuo assicurazione auto e altre voci indispensabili per andarsi a recuperare il reddito.
divieto assoluto per chi fa politica di avere altri redditi, se fai il politico fai quello e basta, non esistono altri benefici del reddito e dei rimborsi autorizzati e certificati, e non come il biglietto con easyjet di Napolitano che al Paese costò 9000,00 €! 
riduzione delle poltrone in virtù di un aumento delle competenze delle persone chiamate a governare, impossibilità di passare da uno schieramento all'altro, pena l'esclusione dalla vita politica fino alle elezioni successive, riforma della scuola al passo con i tempi, imprese per i grandi appalti controllate dallo stato al fine di assicurare la trasparenza negli appalti e nella realizzazione delle opere.
Via i redditi di cittadinanza, sono assistenzialismo associabile al voto di scambio, piuttosto do il reddito di disoccupazione e il cittadino risponde alle chiamate per coprire i lavori pubblici che sono necessari dai rifiuti al giardinaggio comunale alla assistenza agli anziani, non ci vai? bene niente reddito. taglio totale delle pensioni privilegiate, e redistribuzione ai pensionati i quali hanno le stesse pensioni da 20 anni con un potere d'acquisto rimasto fermo ai primi anni 2000, quindi si trovano ad avere una pensione che nominalmente è sempre 500,00 €, ma che ha la forza di acquisto attualizzata ad oggi di appena 418,66 €.Si deve governare per 5 anni e governa chi vince ai voti sulla base di due schieramenti e basta, no l'accozzaglia di un nulla ideologico e cerebrale.
Sono un sognatore, si certamente perché questo sogno si potrebbe realizzare solo se la volontà di tutti fosse questa, avere un Paese libero e sovrano, dove il Popolo è Sovrano. Invece siamo pieni di gente che si preoccupa del festival di san remo, concorso canoro finto che serve anche li per mungere denaro e basta, mentre i cinema e i teatri restano chiusi perché il contagio del virus altrimenti innescherebbe altri focolai… siamo ridicoli come la qualità dei programmi televisivi che guardiamo cari italiani. Siamo buffoni come quelli che ci rappresentano, e se non abbiamo capito che il Paese ce lo possiamo riprendere solo noi e con le buone non funziona, allora uomini e donne, Italiani…. uniamoci e mandiamoli a casa anche con bastoni e pietre se serve. ( lo diceva Pertini, lo riporto io….). Altro che vedere il Paese regalato ai cinesi, perché in cambio arrivano tangenti da 30 milioni al colpo in questa o quella cooperativa, o nello studio di qualche avvocato spacciato per internazionalista per poi far sparire i soldi come manco il mago silvan faceva con i fiammiferi…

Quando vi guarderete allo specchio, perché prima o poi lo farete, chiedetevi questo: ma io ai miei figli… che Nazione sto lasciando? sono fiero di non aver neppure tentato di fare qualcosa per il mio Paese? se invece sei il classico italiano o la classica italiana che tira fuori il tricolore e l'inno di Mameli sono quando ci sono i mondiali di calcio o le olimpiadi… beh allora tieniti questo governo e non rompere più il cazzo a nessuno, non ti lamentare più e vivi da schiavo succube fino al giorno in cui ti entreranno in casa rivendicando lo IUS prime Noctis o diritti sessuali sui tuoi figli, perché questo allora…. è quello che ti meriti.
In evidenza

Virus: “Così curiamo in casa i pazienti”

Noi siamo i complottisti. Ma bastaaa,

allora questi medici sono pazzi.
Non vi sorge il dubbio che la realtà che ci hanno narrato sia diversa, e più credibile questa raccontata da chi era in prima linea ma non ha voluto certo andare nei programmi TV a terrorizzare le persone. Medici Veri non ciarlatani.

In evidenza

Lettera aperta indirizzata All’Ordine dei Medici

Pubblico Lettera aperta del Dr. Salvatore Rainò Ufficiale Medico Dirigente di Servizio Sanitario in congedo -13° Battaglione Logistico di Manovra (Encomio Solenne, per il senso di altruismo e il cosciente sprezzo del pericolo)Medico Chirurgo Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica Specialista in Medicina Interna Omeopata Unicista Hahnemanniano LUIMO

In evidenza

Manifestazione Genova 09/11/2020

Comunicato stampa
Alla riunione Pubblica della Federazione Popolo Sovrano, svoltasi alle 18.00, del 09 novembre 2020 a Genova in Piazza Rossetti, sono intervenuti il Presidente della Federazione Carlo Dalmasso, la Portavoce FPS della Liguria Daniela Cirillo, membro della stessa Federazione Alessandra Lizzo, il responsabile di Movimento Imprese Italiane il sig. Maurizio Pinto , Maura Granelli del Comitato Siamo Tutti Nonna Maura, il Dott. Mariano Amici, il medico che ha vinto ricorso al Tar contro ordinanza del Presidente del Lazio per vaccinazione obbligatoria under 65 enni, e il Sindaco di Pontinvrea, piccolo comune del Savonese, che coraggiosamente ha firmato un’ordinanza che permette di tenere aperte le attività di bar e ristoranti sul territorio comunale fino alle 23.Riunione svoltasi nel rispetto di tutte le normative di distanziamento previste da DPCM. F. To Pres. Federazione Popolo Sovrano Dalmasso Carlo

https://www.facebook.com/principepopulo/videos/3438795966217996

Vedi Video

In evidenza

Patto di Corresponsabilità scolastica?

questo e quello che gli istituti stanno mandando, una velata minaccia, o firmi o non facciamo frequentare la scuola a tuo figlio/a , ma La nostra >Costituzione negli art. 3 -33 -34 Parla Chiaramente di Diritto allo studio ,
La legge 296, articolo 1, comma 622: “L’istruzione impartita per almeno dieci anni è obbligatoria ed è finalizzata a consentire il conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno d’età “.
Pertanto non possono in nessun caso vietare istruzione ai nostri figli.

Allego file a chi può interessare da inviare ai dirigenti scolastici, con la comunicazione diffida in caso di azioni da parte della scuola che possano ledere i diritti dei nostri figli, con i conseguenti denuncia, e richiesta dei danni morali che ne dovessero derivare. Tale lettera e stata verificata e scritta dai Legali amici della Federazione Popolo sovrano e.
Dalmasso Carlo
Presindente FPS

Allego Link dove e riportato articolo della Dott.Ssa Frezza con i riferimenti normativi

In evidenza

Il bluff a cinque stelle.

Facile dichiarare guerra alla casta urlando dal palco, dalle TV e dai social, salvo poi usufruire di un privilegio della stessa casta contro cui hai protestato pochi istanti prima. Ma ormai i pentastellati ci hanno abituato a tutto, auto blu, marchette, scorte, privilegi e…. tanta casta quanto e più degli altri, altro che cartelli  e slogan di facciata “Castavirus”.

“Stop ai privilegi” e “Fermiamo la casta” urlano ancora oggi gli ipocriti penta stellati, salvo poi rivelarsi la casta in persona.

“Siamo contro il sistema” e sono diventati il sistema; “Apriremo il Parlamento come una scatoletta di tonno” e sono diventati il  tonno più raffinato;  “La nostra scorta è la gente”, dicevano e ora sono vigilati a vista dai ragazzi della scorta;  “Aboliremo le auto blu” e ora Vi ci portano a spasso pure parenti e amici.

Sono al governo dal 2018 e continuano a dire che la responsabilità delle porcate e delle mangerie è sempre degli altri… (mio nonno direbbe che hanno la faccia come il C…)

Detto questo, oggi spenderò due parole sul: “Azzereremo le nomine e privilegeremo la meritocrazia”… e ancora “Basta assunzioni d’oro e consulenze nei ministeri”

Bene! Iniziamo con Gigi l’ex bibitaro e dalle spesucce per la sua autorevole, si fa per dire, figura di ministrello:

  • Augusto Rubei (Consigliere del Ministro per gli aspetti legati alla comunicazione, relazioni con i media e soggetti istituzionali, STIPENDIO 140.000 all’anno)
  • Pietro Dettori (Consigliere del Ministro per la cura delle relazioni con le forze politiche inerenti le attività istituzionali, STIPENDIO 120.000 all’anno)
  • Sara Mangieri (Consigliere del Ministro per i rapporti con la stampa, STIPENDIO 90.000 all’anno)
  • Cristina Belotti ex dipendente Casaleggio e oggi (Capo segreteria e Segretario particolare del Ministro, STIPENDIO 120.000 euro all’anno)
  • Daniele Caporale (Consigliere del Ministro per le comunicazioni digitali, STIPENDIO 80.000 all’anno)
  • Roberto Dia (Consigliere del Ministro per l’elaborazione digitale delle immagini e web designing, STIPENDIO 35.000 euro all’anno)
  • Alessio Festa (Consigliere del Ministro per le relazioni istituzionali, STIPENDIO 11.580 all’anno) Fonte Money.it

In totale lo staff voluto da Gigi ha un costo pari a 711.580 euro l’anno. Un record questo per il Ministero degli Esteri, visto che i collaboratori personali del suo predecessore Enzo Moavero Milanesi pesavano per 200.000 euro e quelli di Angelino Alfano per 587.000 euro #SAPEVATELO

Nessun ministro degli Esteri ha speso più di Di Maio per il proprio staff alla Farnesina (si è concesso addirittura il fotografo personale per immortalarlo sull’auto blu!).

Erano queste le spese della politica che in campagna elettorale avevano promesso ai cittadini di tagliare: (assunzioni d’oro nei ministeri, nomine degli amici nelle partecipate dallo Stato, auto blu ecc) e invece il Movimento 5 Stelle, o meglio il partito di Di Maio, ha tradito i propri valori, scegliendo di “risparmiare” sulla democrazia, proponendo il taglio del numero dei parlamentari per mantenersi stretta la cara ma tanto contestata (a parole) casta. E’ bene che i cittadini sappiano che il referendum del prossimo 20/21 settembre serve solo ed esclusivamente a nascondere l’oscena ipocrisia di un Movimento trasformatosi in Partito, nato per contrastare la “casta” ma che è diventato poi esso stesso casta di prim’ordine

Dunque, tra le tante ragioni per respingere questa “riforma” che taglia del 36% la rappresentanza democratica, aggiungiamoci anche quella della ipocrisia del partito che la promuove.

CONVINTAMENTE RIBADISCO IL MIO #NO!

Giuseppe Brini -Presidente Comitato Tecnico FPS-

In evidenza

Manipolazioni dei Popoli

Guardando alcuni libri di storia e rileggendo i dati del processo di Norimberga ho notato questo:
75 anni fa , Hermann Goring testimonio al processo di Norimberga. E gli fu chiesto : “come ha convinto i Tedeschi ad accettare tutto questo?” E lui disse : “E’ una cosa facile. Non ha a che vedere col nazismo, ma con la natura umana. Puoi fare ciò in un regime nazista, socialista, comunista, in una monarchia, e in democrazia. L’unica cosa di cui il governo ha bisogno per rendere le persone schiave è la paura, e se riesci a trovare qualcosa per spaventarli , puoi fargli fare ciò che vuoi.
Fa riflettere, detto da un un esperto di manipolazione come Hermann Goring

In evidenza

Referendum del 20/21 settembre. Le motivazioni del mio NO!

<<Occorre innanzitutto fare una premessa, quanto più chiara ed inequivocabile possibile: Sono il primo ad essere favorevole ad ogni tipo di operazione volta all’azzeramento degli sprechi, corruzione e inefficienze degli apparati statali e parastatali, della spesa pubblica improduttiva, degli stipendi faraonici dei parlamentari, dei manager e di tutta la feccia che ruota dentro e attorno alla parola STATO. Ribadisco tra le altre cose la volontà di ricondurre il numero dei parlamentari a 120, dopo una seria e intelligente riforma della legge elettorale, di cui ho già ampiamente parlato. Questo però non può essere fatto con un’operazione di facciata come voluto dalla nuova coalizione di governo, che invece vuole propinare agli italiani il solito specchietto per le allodole, perchè dietro agli accordi Vi sono ben altre merci di scambio tra i due partiti.>>

Approfondiamo insieme…..

A) I problemi costituzionali posti dal taglio dei parlamentari in mancanza di una legge elettorale adeguata, andranno ad aumentare e il risultato prossimo è quello di non aver più garantito una adeguata rappresentanza dei cittadini. Non solo… e torno a battere il chiodo sull’inciucio tra M5S e PD (dove le posizioni delle forze politiche sono tra loro molto diverse ma l’unica cosa che gli accomuna è l’attaccamento alla poltrona). Il loro motto è: Io sostengo il taglio dei parlamentari e tu sostieni una legge elettorale completamente proporzionale che priva l’elettore di ogni margine di scelta dei propri rappresentanti, lasciando che, invece essa sia totalmente rimessa ai partiti.

<<E’ del tutto evidente che far scegliere sul serio gli elettori diminuisce il potere dei vertici dei partiti, tematica che invece sta molto a cuore a tutti i partiti.>>

B) La Costituzione vuole che il capo dello Stato sia il rappresentante dell’unità nazionale e la storia dimostra che a funzionare meglio sono state quasi sempre le presidenze che hanno contato su un sostegno parlamentare ampio.  La riduzione dei parlamentari va proprio nel senso opposto, perché con numeri così ridotti, non si favorirà il dialogo e aumenterà la tentazione delle maggioranze di turno di scegliersi il loro presidente della Repubblica, quando invece la Costituzione vuole che chi è presidente lo sia di tutti.

<<Occorre prima riformare l’articolo costituzionale sull’elezione del Presidente della Repubblica, pretendendo che sia eletto democraticamente dai cittadini e non dagli inciuci notte tempo delle segreterie di partito.>>

C) Stesso discorso vale anche per l’elezione dei membri del Csm e dei giudici della Corte costituzionale, dove evidentemente, anche in questo caso i partiti di governo resterebbero a maggior ragione con le mani nella marmellata.

<<Corte Costituzionale e Consiglio Superiore della Magistratura vanno riformate in modo serio… Basta a giudici politicizzati e a busta paga dei partiti.>>

D) Da anni tutti diciamo che il nostro parlamento funziona male, soprattutto a causa del bicameralismo perfetto e della perdita di centralità delle Camere. Da un lato, le decisioni parlamentari sono complicate e farraginose, per cui sempre più spesso è il Governo a decidere le linee politiche. Dall’altro, sappiamo bene che fino a 50 anni fa il dibattito politico era tutto svolto in parlamento, mentre ora viene più comodo farlo in televisione e sui social network. Dunque. non è certo riducendo il numero dei parlamentari che riusciamo a restituire al Parlamento centralità politica e anche decisionale, perché la democrazia rappresentativa perderà ulteriormente il canale di collegamento con i territori, visto che in molte regioni, ad esempio, si eleggeranno soltanto 3 senatori.

<<Stop del bicameralismo perfetto… Attualmente una legge prima di essere definitiva deve subire decine di passaggi nelle commissioni parlamentari e nei due rami del parlamento, tanto da uscirne dopo anni di inutili dibattiti, del tutto snaturata rispetto all’impianto iniziale. Camera e Senato dovranno decidere e votare su tematiche ben precise e di competenza specifica, senza ingerenze dell’altro ramo del parlamento. Diversamente pretendo l’unificazione di Camera e Senato in un unico e centrale polo legiferante. Il taglio dei parlamentari non velocizza né tantomeno snellisce le procedure all’interno delle Camere, le leggi non si fanno o vengono fatte male e in troppo tempo, non perché i parlamentari sono tanti, ma perché non sono messi nelle condizione di farle.>>

E) Anche la questione del risparmio di spesa è una bufala tanto grande quanto i partiti che la propinano. A seconda dei calcoli ridurre a 600 i parlamentari ci farà risparmiare dai 20 ai 40 milioni di euro ogni anno. Sembrano molti, ma invece sono soltanto una briciola rispetto agli 800 miliardi annui della spesa pubblica. Cioè con il taglio lo stato risparmia lo 0,002 del suo bilancio.

<<Il risparmio annuo per ogni italiano sarebbe l’equivalente di un caffè, quando sprechi, inefficienza e sperpero di denaro pubblico da parte dello Stato e apparati statali e parastatali, ammontano a 200 miliardi l’anno.>>

F) Nessuno ve lo dice, ma il taglio “presuppone che la rappresentanza nazionale possa essere assorbita nella rappresentanza di altri organi elettivi (Parlamento europeo, Consigli regionali, Consigli comunali ecc…) contro ogni evidenza storica e contro la giurisprudenza della Corte costituzionale”.

<< Tradotto… tagliamo i parlamentari ma aumentiamo il numero di Eurodeputati, consiglieri regionali ecc e….. anche i costi ad essi riferiti.>>

Conclusioni…

<< In assenza di un quadro di riforma, il taglio dei deputati e dei senatori si trasforma in una semplice riduzione numerica incapace di rispondere alla necessità di avere un Parlamento più efficiente, soprattutto in un momento storico dove la democrazia italiana già in crisi di suo rischia di perdere un ulteriore pezzo di rappresentanza politica e ulteriore contatto con i territori, che invece può e deve essere recuperata con riforme utili e incisive per il paese, a partire da quella della legge elettorale con sistema maggioritario, del fisco e della giustizia. Ecco perché voterò convintamente NO al referendum farsa del prossimo 20 e 21 settembre>>

Giuseppe Brini (Presidente Comitato Tecnico F.P.S)

In evidenza

Prove di condizionamento del popolo

“Per soffocare in anticipo ogni rivolta, non bisogna essere violenti.

I metodi del genere di Hitler sono superati.

Basta creare un condizionamento collettivo così potente che l’idea stessa di rivolta non verrà nemmeno più alla mente degli uomini.

L’ ideale sarebbe quello di formattare gli individui fin dalla nascita limitando le loro abilità biologiche innate.

In secondo luogo, si continuerebbe il condizionamento riducendo drasticamente l’istruzione, per riportarla ad una forma di inserimento professionale.

Un individuo ignorante ha solo un orizzonte di pensiero limitato e più il suo pensiero è limitato a preoccupazioni mediocri, meno può rivoltarsi.

Bisogna fare in modo che l’accesso al sapere diventi sempre più difficile e elitario.

Il divario tra il popolo e la scienza, che l’informazione destinata al grande pubblico sia anestetizzata da qualsiasi contenuto sovversivo.

Niente filosofia.

Anche in questo caso bisogna usare la persuasione e non la violenza diretta:

si diffonderanno massicciamente, attraverso la televisione, divertimenti che adulano sempre l’emotività o l’istintivo.

Affronteremo gli spiriti con ciò che è futile e giocoso.

E’ buono, in chiacchiere e musica incessante, impedire allo spirito di pensare.

Metteremo la sessualità al primo posto degli interessi umani.

Come tranquillante sociale, non c’è niente di meglio.

In generale si farà in modo di bandire la serietà dell’esistenza, di ridicolizzare tutto ciò che ha un valore elevato, di mantenere una costante apologia della leggerezza; in modo che l’euforia della pubblicità diventi lo standard della felicità umana.

E il modello della libertà.

Il condizionamento produrrà così da sé tale integrazione, che l’unica paura, che dovrà essere mantenuta, sarà quella di essere esclusi dal sistema e quindi di non poter più accedere alle condizioni necessarie alla felicità.

L’ uomo di massa, così prodotto, deve essere trattato come quello che è: un vitello, e deve essere monitorato come deve essere un gregge.

Tutto cio’ che permette di far addormentare la sua lucidità e’ un bene sociale, il che metterebbe a repentaglio il suo risveglio deve essere ridicolizzato, soffocato.

Ogni dottrina che mette in discussione il sistema deve prima essere designata come sovversiva e terrorista e coloro che la sostengono dovranno poi essere trattati come tali. “

Günther Anders, “L’uomo è antiquato”, 1956

Giuseppe Brini (Presidente Comitato Tecnico FPS)

In evidenza

Autonomi e Partite IVA. Evasori oppure spina dorsale dell’Italia?

Diciamoci la verità! Sono stati sufficienti 3 mesi di blocco assoluto delle attività produttive riferibili alle micro imprese (autonomi e partite iva), per fare in modo che le casse dello Stato si svuotassero fino al punto di chiedere al Parlamento 100 miliardi di scostamento di bilancio e 127 miliardi di prestiti all’Unione Europea. Infatti senza nasconderci dietro ad un dito, tutti sappiamo come in Italia almeno il 95% di queste realtà offrono occupazione a quasi dieci milioni di lavoratori, ovvero il patrimonio produttivo nazionale. Eppure nonostante l’evidenza, si continua ad additare queste attività come gli evasori fiscali e mai come l’ossatura economica e produttiva italiana. Lo stato in sostanza campa con le micro imprese, non mette in campo nessuna azione concreta di supporto e agevolazione e quando queste diventano improduttive sempre per colpa dello stato, quest’ultimo chiede prestiti onerosi alla UE senza nemmeno sapere, ma non è così, dove investire quei soldi. A onor del vero però qualche azione sistematica nei confronti delle micro imprese è stata attivata o meglio, riattivata. Si tratta degli accertamenti fiscali e tributari che continuano come se nulla fosse, anzi con maggiore enfasi rispetto a prima, in piena crisi e con migliaia di attività chiuse. Ci sono Partite Iva e autonomi inseguiti come se non ci fosse un domani dall’Agenzia delle Entrate e Riscossioni, che applica sanzioni su sanzioni, interessi su interessi e aggi di riscossione che quadruplicano il valore delle cartelle, il tutto condito dai nuovi processi tributari da affrontare che dureranno anni e che eroderanno quella poca liquidità vitale ancora, forse, presente in azienda. Possibile che il governo non riesce a capire che questo modo di fare andrà a generare nuova disoccupazione e il conseguente aumento del lavoro nero? Possibile che non si riesca a capire che per fare ripartire l’Italia occorre una sanatoria tombale su cartelle, giudizi pendenti nelle commissioni tributarie e la possibilità di aderire ad un eventuale saldo e stralcio?  Per fare ripartire il paese occorre fare ripartire gli autonomi e le partite IVA, lasciandoli liberi di concentrarsi sul proprio lavoro, assumere e produrre ricchezza, altrimenti saremo tra poco tempo nuovamente a fare scostamenti di bilancio e genuflessioni alla corte di sua maestà UE alias troika, fino all’esaurimento e al fallimento del paese.

Giuseppe Brini (PRESIDENTE COMITATO TECNICO F.P.S.)

In evidenza

Sovranità Nazionale svenduta e tentativo di addomesticazione del popolo italiano.

Il Recovery Fund sancisce il commissariamento dell’Italia, che vincolata alla restituzione dei prestiti, non potrà più realizzare nessun programma politico senza il benestare di Bruxelles alias Berlino. Tutto quanto esulerà dalle loro imposizioni sarà neutralizzato a prescindere. Ma attenzione, perché le pulci in casa ce le faranno anche i paesi nordici come l’Olanda che ha preteso la clausola del “freno d’emergenza” ovvero: bocciare le riforme italiane per inchiodare un eventuale governo non confacente con le politiche del consiglio europeo e deferirlo qualora non assecondi o rispetti gli obiettivi indicati, ma forse è meglio dire “imposti” per poter accedere al finanziamento. Purtroppo questo scenario non sarà solamente nel breve periodo, perché per procurare i 390 miliardi di euro a fondo perduto che dovranno essere distribuiti ai beneficiari del Next generation EU, l’Italia dovrà versarne 55 in più nel bilancio comunitario tra il 2028 e il 2057. A breve assisteremo dunque all’abolizione totale del contante, alla tassazione mensile, l’abolizione del sistema pensionistico attuale, l’introduzione di una tassa patrimoniale e l’aumento di quelle sugli immobili…. tutte chicche volute dall’europa ma in antitesi ad ogni qualsivoglia programma elettorale italiano. Dunque, qualsiasi partito o coalizione potrà si fare la voce grossa in campagna elettorale, ma poi una volta eletti, dovrà rientrare nelle fila e genuflettersi ai diktat europei, pena la revoca dei sussidi, il fantasma di governi tecnici, aumento dello spread, declassazione agenzie di rating, ecc. Ciò che personalmente fa rabbrividire, è però il mix di questa drammatica situazione unito all’approvazione di una legge elettorale puramente proporzionale, che rischia di sfornare solo ed esclusivamente governi di nominati, prescindendo sempre più dalla volontà degli elettori. Assisteremo inermi allo svuotamento prima e alla cancellazione poi della democrazia, ma soprattutto al tentativo di addomesticamento dell’elettorato italiano. Noi della Federazione Popolo Sovrano non ci stiamo e continueremo a lottare affinché l’Italia possa riappropriarsi della sovranità monetaria e istituzionale, continueremo a lottare operando una politica nel solo ed esclusivo interesse del cittadino, ad ogni costo e con ogni mezzo a nostra disposizione. NOI SIAMO LA FEDERAZIONE POPOLO SOVRANO E NON SIAMO ADDOMESTICABILI.
Giuseppe Brini Presidente Comitato Tecnico F.P.S

In evidenza

Il Covid-Distanziamento e la Paura di essere toccati

Ciò che fa parte delle cose che conosciamo è qualcosa che in un modo o in un altro abbiamo toccato attraverso le nostre esperienze.

Parlare con un cieco dei colori..o della musica con un sordo … può sembrare qualcosa d’impossibile…

In realtà la nostra esperienza è qualcosa di multidimensionale.. Questo ci dà la possibilità di richiamare immagini, sensazioni, attraverso altri canali, per poter arrivare a intuire il significato anche di qualcosa che ancora non conosciamo…

In questo articolo cercherò di fare proprio questo… far arrivare un argomento che per la maggior parte delle persone non è per nulla preso in considerazione…

Mission Impossible…

Lo Spazio…

Nella maggior parte delle tradizioni o culture si sente parlare della parte intorno al corpo come di un campo energetico, magnetico; un’aura.

Per le persone comuni invece lo spazio intorno al corpo è poco contemplato o al limite può contenere particelle di ossigeno o altri componenti, ma perlopiù è qualcosa di vuoto…

E’uso comune pensare che NOI finiamo dove troviamo la pelle che ci ricopre, come un continuum, formando il nostro involucro protettivo. Niente di più falso! La pelle è la nostra “frontiera” col mondo esterno e di solito siamo abituati a prenderla come punto di riferimento per determinare la distanza tra noi e il mondo (l’altro)… Allora perchè spesso ci sentiamo invasi ancora prima di essere toccati oppure bisognosi di contatto anche se veniamo “toccati” continuamente? Lo spazio in cui ci muoviamo è un prolungamento di quello che noi percepiamo come NOI.

Questo spazio in base a come e a quanto viene percepito determina proprio la forma del nostro corpo e come ci sentiamo.

Quindi, per esempio, se nella mia percezione il mio spazio destro è più grande di quello sinistro, il mio corpo tenderà ad inclinarsi verso destra curvando la colonna e generando così una scogliosi più o meno pronunciata in base a quanta differenza c’è tra i due spazi percepiti.

Percepire significa che i nostri sensi vedono e sentono la realtà in relazione a quello che c’è nella nostra coscienza… Se sono una persona a cui piace il rosso entrando in una stanza ciò che sarà in risalto saranno proprio gli oggetti che avranno questo colore.

Il fulcro di tutto quanto è la nostra attenzione; quanto più questa è fluida e libera di muoversi tanto più la nostra percezione coincide con la realtà. Vi sarà capitato di cercare qualcosa per poi accorgervi che era proprio sotto ai vostri occhi ma non la vedevate.

Per quanto riguarda, quindi, la stanza più la mia attenzione è rigida e più gli altri oggetti saranno fuori dal mio campo visivo e non li vedrò.

Provate, con qualcuno, a guardare questa immagine per qualche secondo; dopodichè copritela e scrivete su un foglio quello che ricordate; confrontatevi poi con il vostro amico/a… Le vostre descrizioni saranno diverse, a volte, anche molto, tanto da sembrare si siano viste due immagini diverse…

Oppure nel gioco del telefono senza fili dove una persona pensa una frase e poi la dice all’orecchio di qualcuno; questo a sua volta va da un altro, e così via… fino a che si arriva a un’ultima persona che rivela la frase… frase di solito completamente diversa da quella di partenza

Tutto questo, per dire che i nostri sensi sono condizionati da quello che pensiamo. I nostri pensieri influenzano e interferiscono col funzionamento dei nostri canali percettivi (udito, vista, tatto, etc) non permettendo la loro pura Ricezione o pura Percezione come un’antenna che viene disturbata.

La possibilità di percepire la REALTA’ così com’è, ESISTE; ritorniamo a parlare dell’Attenzione… l’attenzione concentrata ma rilassata permette di entrare in uno spazio dove il chiacchiericcio dei pensieri si dissolve… in questo stato di SILENZIO Interiore i muri e i preconcetti svaniscono dandoci la possibilità di non alterare le nostre sensazioni; la nostra Percezione.

Perchè ho iniziato parlando dello spazio e sono finita in discorsi sulla percezione i sensi e i pensieri? … perchè sono correlati!

I nostri pensieri e l’abitudine a stare in ambienti chiusi alterano la percezione dello spazio intorno a noi; e invece di percepire l’infinito, ossia una quantità indeterminata di spazio in cui potersi muovere a proprio piacimento, la nostra mente restringe questo campo creando una bolla intorno al nostro corpo, in genere mai simmetrica rispetto alla destra e alla sinistra e molto spesso quasi per nulla ampia sopra alla testa con la sensazione di avere un cappello; la testa si abbassa per guardare verso il basso portando sempre più il corpo in quella direzione… ci si “ingobbisce”.

L’importanza di Sentire che il nostro spazio non termina dove comincia L’Altro è fondamentale per non invadere e non sentirci invasi.

Tutte le distorsioni nella percezione dello spazio disorganizzano la forma del nostro corpo e il modo in cui ci relazioniamo.

Ciò che viene ancora prima della percezione dello spazio è, ovviamente, la percezione del nostro Corpo. Sembra una cosa banale perchè quasi tutti sono lontanissimi dal rendersi conto quanto poco sentono il loro corpo.

Il contatto fisico tra madre e neonato è fondamentale per lo sviluppo del cervello del bambino; questo sviluppo avviene attraverso la modulazione della produzione di serotonina. Un ormone.

Ormai la ricerca scientifica ha assodato che il contatto è ESSENZIALE per il continuo sviluppo del cervello anche dopo la nascita; il nostro cervello per tutta la vita, in relazione a come ci “muoviamo” nel mondo, continua a creare nuove connessioni o a sconnettersi se ci si dimentica di aree del nostro corpo. Essere toccati o toccare il proprio corpo per un neonato e per un adulto è importantissimo per l’individuazione di sè stessi e quindi del concetto dell’ io sono.. ESISTO!

Il modo in cui veniamo toccati ci fa “aprire” o “chiudere”…

se toccata dolcemente una conchiglia semiaperta si apre totalmente; se invece la si vuole aprire con forza, si chiude e tale rimane per molto tempo… è in atteggiamento di difesa. 

Così il “difenderci” dal mondo ci fa contrarre e trattenere il fiato… Questi atteggiamenti diventano nel tempo inconsapevoli e irrigidiscono la nostra struttura a discapito di tutte le funzioni organiche. I tessuti si ispessiscono, si incollano tra di loro non permettendo una buona mobilità; ad es. la contrazione dei muscoli tra le coste porta a una rotazione delle stesse e quindi ci si potrà ritrovare con un torace bloccato in espirazione (spalle chiuse in avanti curva dorsale pronunciata).Ii polmoni saranno più o meno deboli per l’impossibilità di un’adeguata espansione…con più facilità,quindi, a contrarre una polmonite.

Le nostre reazioni al mondo si attivano già a partire dal ventre materno ma determinati lavori col corpo che, attraverso l’ascolto portano ad un incremento della consapevolezza, fanno sì che Tutta la vita abbiamo la possibilità di Cambiarle.

Ecco che arrivo, quindi, al dunque e al motivo fondamentale per cui ho deciso di scrivere questo articolo e dargli questo titolo.

Covid-distanziamento… perchè il motivo per cui si prende distanza dall’altro viene dalla Paura e non dal sentire; la distanza diventa così distacco e il contatto qualcosa di PERICOLOSO. Quando il contatto viene percepito come qualcosa di pericoloso, lo stato di chiusura e contrazione del corpo aumentano. I fondamenti per lo sviluppo della nostra consapevolezza e con essa di una buona salute vengono così a mancare.

Comitato Tecnico

Dott.ssa Fisioterapista Daniela Cirillo

Architettura del Corpo Formazione in Craniosacrale Biodinamico; Integrazione strutturale secondo Ida Rolf

In evidenza

La previsione diabolica….

Sono le 23.30 di una tiepida serata estiva, sarà anche il gracidio delle rane, il frinito delle cicale oppure solamente l’attorcigliarsi dello stomaco nel pensare a quanto leggo…
Fatto sta che l’Alluminio, questo duttile ad argenteo metallo, che si estrae prevalentemente dalla Bauxite, quindi si trova in natura più o meno ovunque nei vari Continenti, questo elemento così morbido, malleabile, e estremamente resistente tant’è che viene utilizzato non solo per profili e vetrocamere, ma le applicazioni se leggerete bene resterete sorpresi.
Bene, lasciate che vi racconti cosa accadde e come venne lungimirantemente gestita questa faccenda dal mondo Politico. Erano i primi anni novanta, la situazione Economica, nonostante tutto non era così disastrosa, anche se il peso delle scelte sbagliate della fine anni 80 si iniziava a far sentire, erano gli anni delle grandi lotte armate dello Stato contro la Mafia, erano gli anni del grande sogno delle energie rinnovabili. Erano ahimè, anche gli anni di tangentopoli, di mani pulite, del tanto rumore per nulla, del “volemose tutti bene”, e di arresti veri e propri se ne videro talmente pochi da far vergognare chiunque, … gli altri… decorsi termini fu la scusante più utilizzata, poi cavilli processuali, oppure altre machiavelliche soluzioni per non far pagare nulla a chi lo danneggia lo Stato. Erano anni in cui bastavano tre parole, tuttavia, per far aprire un divario che nemmeno la divina divisione delle acque saprebbe rappresentare visivamente, MADE IN ITALY.
Prodotto in Italia significa da sempre eccellenza per idea, tecnologia, raffinatezza, classe, eleganza, tradizione artigianale divenuta industria, identità.
Bene, fra le invenzioni della Prima Repubblica, nacque fra gli altri l’Ente autonomo di gestione per le partecipazioni del Fondo di finanziamento dell’industria meccanica, EFIM, Ente che doveva valutare il business strategico e dare spazio finanziario nonché cercare attorno al mondo anche dei potenziali clienti per poter irrobustire la struttura delle aziende, e dare continuità alle commesse quindi ai fatturati, quindi al gettito Fiscale. Tra gli autori di questa ottima soluzione per le Imprese di tipo Metalmeccanico, ma ce n’erano anche altri enti per altri settori, ricordiamo l’apporto di Aldo Moro, e l’idea senza scadere nel filosofico, era molto sana ed innovativa per l’epoca, poichè si responsabilizzava lo Stato a valutare non solo i settori strategici da finanziare e quindi da spingere, ma lo si metteva nelle condizioni di poter pianificare una strategia di politica economica futuribile e attuabile in più generazioni, Pensate, quello che un comune Stato democratico moderno fa e deve fare, riflettiamo.
Questo settore in Italia ha rappresentato un colosso delle esportazioni con poli Industriali come Marghera, La Sardegna, Teano, eccetera così importante da far divenire l’Italia il secondo produttore di Alluminio per semi lavorati in Europa e il terzo al Mondo, lavoravano in questo settore decine di migliaia di persone, le aziende lavoravano a pieno regime e, si era pronti a valutare una ulteriore espansione perché sempre più commesse venivano dirottate in Italia e non più in Germania. ( A guardarla oggi pare una applicazione della legge del contrappasso, ma è solo una mia personale riflessione non ci fate caso ). Ovviamente questo pilastro Italiano che si erge a faro della produzione ha indispettito qualcuno che si vedeva sottratto il centro di potere, e badiamo qui c’è poco da congetturare… è storia e dobbiamo farcene una ragione!!!
l’Italia, purtroppo, non ha sempre la Dea bendata dalla sua, a volte viene tradita proprio dai propri figli, che per avidità, per debolezza ed ignoranza, si lasciano ammaliare dalle sirene del denaro, come dei moderni marinai in balia delle tormentate acque per raggiunger Itaca, ma naufragando ricchi di bottini personali. Il vice presidente dell’Efim era Mauro Leone, figlio dell’ex Presidente della Repubblica, Direttore di Safim, organo che controllava anche EFIM… ma guarda il controllore che controlla il controllato… ( e da adesso in poi sarà sempre così facciamocene una ragione 2).
Dunque, questo soggetto, coadiuvato dallo scenario politico del momento, senza nominarli tutti perchè ci vorrebbe quasi l’elenco completo dei parlamentari e dei senatori, decisero che l’Alluminio non aveva futuro in Italia e che sarebbe iniziato a pesare sul bilancio dello Stato troppo pesantemente per essere interessante e strategico. con questa storiella, i geni del male, iniziarono a rifiutare per interposta persona ovviamente, le commesse che erano in portafoglio, e gradualmente dismisero impianti su impianti affinché si avverasse la previsione che il settore Alluminio non aveva futuro.
Dai primi anni 2000 l’Italia iniziò sempre più ad acquistare questo inutile metallo da altri Paesi, fino a meravigliarsi di come questo elemento chimico venga impiegato in centinaia di applicazioni.
Lascio a chi legge le dovute considerazioni, l’essere d’accordo o meno non ha importanza oggi, l’unica cosa che conta è che invece di avere una voce che incrementa il PIL, sottrae produzione, reddito e ricchezza ad un Paese ancora guidato da chi non riconoscerebbe una duna di sabbia guardando il Sahara economico che hanno generato.
Cordialmente saluto.  

In evidenza

Unica via d’uscita

Siamo arrivati al momento storico in cui l’Italia, in difficoltà economica ma anche di rappresentanza istituzionale, è costretta a emettere moneta propria, tenendo peraltro presente che l’articolo 128 del Trattato di Lisbona impedisce soltanto la emissione di “banconote” da parte delle banche centrali, lasciando intatto il potere di emettere moneta propria all’interno di ciascun Stato membro. Esattamente come afferma l’articolo 16 dello Statuto della Bce, il quale, esattamente come il citato articolo del trattato di Lisbona, parla solo di banconote e non fa alcun riferimento ai biglietti di Stato. Il diritto dello Stato italiano a emettere moneta di Stato (nella forma che sarà ritenuta più idonea, moneta cartacea, virtuale, elettronica ecc.) è sancito dalla nostra Costituzione che, come più volte affermato, prevale sui tutti i trattati. Infatti l’articolo 117, comma 1, lettera e) afferma che: “lo Stato ha legislazione esclusiva nelle seguenti materie: moneta; tutela del risparmio e mercati finanziari; tutela della concorrenza; sistema valutario; sistema tributario e contabile dello Stato; perequazione delle risorse finanziarie”. Dunque Governo e Parlamento in un momento in cui c’è enorme bisogno di liquidità monetaria, mentre l’Unione Europea fa orecchie da mercante su tutto, hanno il dovere di attuare la predetta, precisissima, disposizione costituzionale, al fine di tutelare la salute degli italiani e la ricostruzione del nostro tessuto sociale e del patrimonio pubblico, dissipati da una becera e irresponsabile politica, perpetrata da ormai troppi anni dai nostri governanti.

Beppe Brini

Presidente Comitato Tecnico

In evidenza

Chi ha incastrato Peter Pan?

Tempo fa c’era una divertentissima trasmissione che si intitolava “Chi ha incastrato Peter Pan”, condotta dall’istrionico Bonolis, era di fatto un modo per far ridere i bambini, nobilissimo scopo, era un modo per demonizzare quello che è sbagliato in favore di cosa è giusto. Ecco, il senso del giusto, il senso del poter dire la mia libertà finisce laddove inizia quella di un altro. Uno dei principi cardine della democrazia, uno dei principi inalienabili del vivere in società.
Poi invece c’è la vita reale, e scopri ogni giorno che non c’è alcun limite allo sdegno, alla vergogna ed all’oltraggio per l’essere umano.
Che la nostra Magistratura fosse in parte costituita da persone che al cospetto di Falcone, Borsellino, il Generale Dalla Chiesa, Rocco Chinnici, Livatino non potrebbero reggere il loro sguardo neppure per un istante, che i vertici del nostro Paese siano stati guidati da un “puparo” che neanche Brian de Palma, o Steven Spielberg sono in grado di manovrare una regia così sapientemente subdola e malvagia, quello stesso puparo che durante l’ultimo governo eletto con il consenso del popolo, quindi con il voto, con Berlusconi a capo del Governo, egli tramava nei corridoi di palazzo incontrando Monti e & costruendo le basi per l’eliminazione politica e sociale di un uomo, che può piacere o no, con il quale si può essere d’accordo o meno, ma che comunque almeno come persona va rispettata. Fosse solo che da imprenditore ha dato da lavoro a decine di migliaia di persone.
Ma il puparo non può digerire che si possa vivere in un Paese che è governato democraticamente, lui che in passato si macchio già di reati gravissimi e che vendette, secondo le legende storiche, i segreti di Stato alla Russia, lui che fece sparire le intercettazioni a suo carico, lui che chissà quale ruolo ebbe anche in altre pagine brutali del nostro Paese, Lui colpito più di chiunque altri dal delirio di Onnipotenza che ancora oggi ci costa quanto 3 ministeri, lui doveva agire.
Il come è abbastanza squallido ma Machiavellico nella fattura, una mente sopraffina ha disegnato una vera e propria cattedrale della cospirazione, incastrando Peter Pan assieme a tutta l’isola che ora c’è perché hanno creato pure le prove che esiste. Quindi vergogna mediatica, gogna mediatica, espulsione dal Parlamento come neanche Maduro meriterebbe. Il complotto è servito, lo schema per dare parola e soprattutto potere a Monti & C. squadristi di bilderberg è compiuto. Ora finalmente cala il sipario sul paese gestito democraticamente, ora l’angelo del male muove i fili per regalare ai poteri forti ogni centimetro quadrato del Paese, ogni pezzetto di orgoglio nazionale dell’imprenditoria, perché un Paese che produce ricchezza è il diavolo per il Puparo.
In sei anni cosa è successo nello scenario politico? Che ogni cultura politica è stata messa da parte in favore del nulla cerebrale che alimenta un caos controllato per distogliere l’attenzione da quanto in realtà fanno, e combuttano, in sei anni abbiamo visto persone prive di ogni skill professionale raggiungere posti che solo a pensarli devi essere un eroe della patria, altro che far albergare la Farnesina a uno che non sa neanche cosa dice in italiano figuriamoci nelle altre lingue. In sei anni abbiamo visto lo scempio delle svendite di ogni azienda italiana per privilegiare gli interessi di Merkel e unione europea che sempre più è consapevole che ha un corridoio lungo la spina dorsale del Paese e che possono percorrerlo senza che nessuno li disturbi.
Poi, il 29 giugno del 2020, salta fuori una intercettazione ad un Magistrato il quale ammette, candidamente che quello creato e appositamente generato per Berlusconi era un PLOTONE DI ESECUZIONE, che egli stesso si vergogna di essere un magistrato per aver firmato una sentenza che era assurda, ingiusta e soprattutto falsa. Si toglie il peso dalla coscienza confessando il complotto, quindi mette allo scoperto il puparo? Lo scopriremo nelle prossime puntate….


Resta il fatto, per chiudere l’argomento, che se si vuole risolvere il problema della Magistratura deviata, di parte e corrotta, il CSM deve essere laico e apolitico, fosse per me lo farei segreto e da incappucciati come nei Beati Paoli, organismo segreto e inarrivabile quindi incorruttibile. Via le toghe dal CSM, deve finire lo schifo di chi controlla il controllore. Devono finire le impunità e le immunità per i giudici che sbagliano con dolo e consapevolezza di applicare il complotto, non basta cacciarli da palazzo per poi vederli in tv a 3000 euro a gettone di presenza. Devono essere inibiti a vita dall’esercizio della Magistratura, e di ogni altro pubblico ufficio.
Oltre a ciò, che la riforma della magistratura compia il passo successivo, ogni due anni metta sotto esame di valutazione ogni singolo giudice in modo che se qualcun altro provi ad incastrare ingiustamente Peter Pan, venga bloccato subito.

In evidenza

L’Italia è morta, così come la democrazia, la lealtà ideologica e l’amor di patria.

Piano economico e sociale:
Il quadro economico è davvero triste, oltre a ribadire che dobbiamo toglierci dal gioco delle banche e che dobbiamo cambiare le regole in materia di finanza per la legge di bilancio, nonché per le attribuzioni del chi fa che cosa, quando di mezzo ci sono i fondi pubblici, e nel mentre di una bufera senza precedenti, loro, la banda bassotti più incallita che possa esistere, si riaccaparra i vitalizi!

Sono morti anche tutti i cittadini, restano vivi solamente i 5 infami che hanno composto la commissione con due votanti a favore, due contrari che sono più falsi di pinocchio e un astenuto, il presidente della Commissione, e pure in barba al conflitto d’interessi, e allora cari signori miei, possiamo stare qua a disegnare dei sentieri virtuosi per poter cambiare il Paese ma se questa gente non viene spazzata via per sempre dallo scenario politico, non cambierà mai nulla. Sono tutti uguali e vorrei che veramente le piazze insorgessero e cominciassero a volare schiaffi a tutto spiano, verso ogni singolo presente in Parlamento e Senato che non si è assolutamente opposto a questa vergogna.

Poco importa se poi si vuole utilizzare il MES o meno, poco importa se il Recovery Found ci costringerà a dover far arricchire la Germania sulle spalle dei nostri figli e nipoti, poco importa se siamo pervasi e zeppi di commissioni di esperti per non aver partorito un bel niente di niente. Ci sono delle possibilità di salvare questo Paese? Si, facciamo una coalizione con Esercito, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia e Marina Militare, andiamo a sollevarli tutti dal loro incarico e andiamo tutti a processarli in Piazza.
Per alto tradimento al popolo italiano, ergastolo a tutti senza possibilità di sconti di pena, carcere da scontare in condizioni di isolamento totale, altro che 41 bis con i cellulari, infami maledetti, e divieto per legge di partecipazione ad attività politiche e sociali per le prossime sette generazioni di tutti i discendenti di ogni singolo parlamentare abbia appoggiato le terga dentro quelle aule, fosse solo anche come consulente nominato perché amico di Di Majo. Esproprio di tutti i beni che si sono acquistati con i soldi pubblici, messa in vendita di tutti i beni confiscati alla mafia, e di ogni altra cosca o qualsivoglia criminalità, si espropriano tutti gli introiti del giro delle macchinette elettroniche dei giochi d’azzardo.

Tetto massimo agli stipendi pubblici, limite di 2 nomine una locale e una Nazionale, sono ammesse 15 cariche? NO!
Oppure una Nazionale e una Europea per quelle persone che almeno 3 lingue le parlano e possono rappresentarci degnamente all’interno di un Parlamento già inutile e inefficiente per sua definizione, fino a che da quelle sfere non ne usciremo come Paese autonomo e insindacabilmente libero da Bilderberg, e qual altro figlio di sua mamma si voglia.

La comunità europea deve essere gestita con regolamenti chiari e mutuati come procedura fra i paesi, la Banca Centrale Europea non ha ragione d’essere ne di esistere, così come l’euro, moneta finta, fittizia e mendace.
Il Mercato ha bisogno di libero scambio, di persone servizi e merci, libero transito, mutui riconoscimenti, ma l’Euro è esclusivamente una aspirapolvere gigantesca con cui inghiottire il profitto e il risparmio della società, quindi a questo si pone rimedio solamente con spirito di combattività produttiva finalizzata alla commercializzazione sia sul suolo nazionale sia all’estero di beni e servizi prioritariamente Italiani.
Solo ed esclusivamente quanto non prodotto e quanto irrealizzabile sul Suolo Patrio, verrà autorizzata importazione, altrimenti ci si ingegna e ci si struttura per creare quanto manca. Prima le famiglie e i figli italiani, e con questo non si provi neanche a farmi passare da razzista, perché sono figli italiani anche tutti gli immigrati che regolarmente sono arrivati qui e si sono integrati, così quelli che realmente sono scappati da situazioni belliche, noi stessi siamo stati migranti e abbiamo sempre lavorato sodo, tutti gli altri facciano la stessa fine della feccia che ha ammorbato lo scenario politico fino ad oggi, o via o carcere, non esiste altro modo.

Ora, sappiate che sono stanco di dire… sono stanco di vedere che a queste fecce si è permesso qualsivoglia decreto, comportamento e decisione. Sono stanco di essere preso per il culo e dover anche dire grazie, l’Italiota medio è felice perché ha di nuovo la serie A, e fra poco parte di nuovo Temptation Islands. L’informazione è sempre più controllata da un regime occulto, quasi nessuno dice la verità o fa esprimere i veri pareri ai cittadini, perché? Perché ovviamente non possono permettersi di diventare scomodi, o di pestare i calli al politico amichetto che gli fa avere l’intervistina scoop, così ci rincoglioniscono di notizie plasmate a come cavolo conviene a loro.
Ma è davvero questo il Paese che volete? Ma è davvero questo il posto dove volete far vivere i vostri figli? Ma non vi viene un senso di nausea nel guardarvi allo specchio perché nessuno è in grado di unirsi all’altro e rimaniamo sempre dei nulla isolati singolarmente?
È il momento di unirci e di lottare assieme per vincere tutti ed avere indietro il nostro Paese, altrimenti, moriremo singolarmente e nella maniera più vigliacca possibile, senza averci neanche provato.

In evidenza

Sommersi dalla Burocrazia

Per Burocrazia s’intende l’organizzazione di persone e risorse destinate alla realizzazione di un fine collettivo secondo criteri di razionalità, imparzialità e impersonalità… Questa la definizione di Wikipedia.

Dal francese bureau (“ufficio”) connesso al greco kratos (“potere”)

Rinuncio a continuare la lettura di come nasce già dall’antica Roma a come cambia nell’età moderna… perchè ci vorrebbe un dizionario… e una laurea in legge…

Ma davvero?… Sembra Sanscrito!!!

… l’insieme di apparati e di persone a cui è affidata, a diversi livelli, l’amministrazione di uno stato o anche di enti non statali… Questa la definizione sull’enciclopedia Treccani.

a diversi livelli?… La mia testa continua a rimanere in una densa nebbia… insomma… ehhhhh?

Ok… cerchiamo di capirci qualcosa…

Che cos’è la burocrazia e a cosa serve?… E’ possibile semplificarla a favore di una maggior trasparenza?

Insomma, sembra che la burocrazia sia compilare tutta una serie di scartoffie per ricevere approvazioni o documenti che permettano la nostra vita economico-sociale…
Quindi, si può suddividere la burocrazia su un profilo economico ed uno sociale..
Per quanto riguarda il sociale… Se mi voglio sposare dovrò fare dei documenti che ne attestino la legalità; oppure l’emissione di tutti i documenti identificavi personali quali carta d’identità, passaporto, patente etc…
Esempio dell’aspetto economico… Devo aprire un’attività e in base al lavoro che faccio dovrò magari iscrivermi a un albo, aprire la p.IVA.. vedere se i locali sono a Norma; Se lo voglio comprare, ci saranno altre pratiche da seguire… Insomma..pratiche su pratiche su pratiche!
E’ così che inizi a fare la trottola con il giro degli uffici per chiedere informazioni..su quali documenti servono e come reperirli..
Non fraintendiamoci è giusto che ci siano degli atti (documenti).. che attestano la compravendita di una casa.. l’acquisto di una macchina…
Il punto è quando il rivolgersi ad un ufficio o ad un altro diventa una specie di ping pong in cui nemmeno il funzionario pubblico sa che cosa devi fare o a chi rivolgersi; e, allora, ti tocca iniziare a fare ricerca da solo per ottenere le giuste informazioni… Un processo un pò faticoso, alquanto stancante e soprattutto una gran perdita di tempo e di soldi!

Quale la motivazione di tutto questo?

In Italia gli uffici pubblici di cui si serve lo Stato per i servizi che offre al cittadino e la loro regolamentazione sono tantissimi: Comuni, Regioni, istituzioni scolastiche, INPS, INAIL, le Camere di Commercio (industria, Artigianato e agricoltura) etc…
Questi tutti insieme formano la Pubblica Amministrazione…


La pubblica Amministrazione Italiana è quella che spende di più in Europa; questo da una denuncia fatta dal Mestre CGIA; un’organizzazione sindacale che destina servizi alle imprese e si fa promotrice di battaglie sindacali a sostegno del lavoro autonomo e degli imprenditori.

100,2 miliardi di euro nel 2018 . Un dato in crescita.

Nel periodo compreso tra il 2010 e il 2014 le spese della Pa si erano praticamente fermate con l’introduzione di tagli pesanti per sopperire la crisi economica. Superata la fase più critica per i conti pubblici, tuttavia, la spesa è tornata a salire. Negli ultimi 5 anni la crescita è stata del 9,2%, segnando un +8,5 miliardi di euro 

Parlando di “qualità dei servizi offerti dagli uffici pubblici” nei 19 paesi dell’area-euro, l’Italia è al penultimo gradino, seguita solo dalla Grecia.

 Non è una sorpresa notare come, ai primi posti della classifica, vi siano paesi del Nord Europa noti per la loro efficienza. Finlandia, Paesi Bassi, Lussemburgo seguite dalla Germania. La nostra burocrazia non è solo peggiore di piccole realtà mediterranee come Malta e Cipro, ma di paesi ex sovietici come Lituania, Slovenia, Lettonia e Slovacchia (l’Estonia invece tallona addirittura la Francia). Nazioni che, dopo la caduta del comunismo, hanno dovuto ricostruire un apparato burocratico praticamente da zero.

In Italia andiamo male dal punto di vista della facilità nell’avviare un’attività commerciale e malissimo su permessi edilizi, ottenimento del credito e facilità nel pagare le tasse. Basti pensare che per ottenere un permesso edilizio servono 12 procedure e una media di tempo di attesa di 227.5 giorni; giusto per fare un confronto: in Germania servono 9 procedure e 127 giorni per un permesso edilizio. Per un imprenditore italiano, compilare una reportistica credibile per non finire in problemi peggiori di quelli che si vuole risolvere, consuma una quantità notevole di risorse aziendali che non possono ovviamente essere dedicate ad altre attività più produttive. Gli adempimenti sono così tanti che è impossibile vivere legalmente.  Questo blocca lo sviluppo socio-economico del Paese.

Un altro problema riguarda le assunzioni nel pubblico. Ai vertici, non si accede per merito, ma per nomina politica.  Le lentezze della burocrazia dipendono, in primo luogo, dall’assenza di tecnici…  per fare risparmi di spesa, negli ultimi anni, i concorsi sono stati bloccati e, il mancato rinnovamento del personale provoca, nei dipendenti pubblici, attenzione principalmente per la carriera. Tutto si ferma!… se l’obiettivo è conservare un briciolo di potere in una lunga catena nella quale la procedura è più importante del risultato. Norme assurde, oppressive, contraddittorie e difficilmente applicabili. Abbiamo procedure troppo complicate; in Italia ci sono sin troppe leggi e il punto probabilmente non è scriverne di più e più celermente ma in numero minore e più chiare

La burocrazia dovrebbe essere veloce, efficace ed efficiente! Proprio a questo proposito sembrerebbe, quindi, che ci sia bisogno di una modernizzazione della macchina pubblica del Paese, a partire dalla fine del bicameralismo perfetto, così da rendere il processo di scrittura e approvazione delle leggi più spedito e rispondente alle esigenze di una società che corre.

In evidenza

Proposta di Legge popolare per modificare legge Elettorale e creazione di Moneta sovrana

Ci stiamo accingendo a partecipare alle elezioni comunali di settembre in vari comuni Italiani, e nell’occasione stiamo valutando di raccogliere le firme per due Leggi popolari;
La prima per la riforma della legge elettorale,
La seconda per la gestione e uso di valuta Nazionale.
Pertanto vi invito a prepararvi per la guerra della raccolta firme che presenteremo al Parlamento, entro fine Ottobre, compatibilmente con le firme raccolte, per le due leggi Popolari, e faremo vedere di cosa siamo capaci.

Il Presidente del Movimento Il Popolo Sovrano

Allegato file di quello che proporremo come legge elettorale , ovviamente scritta come previsto dalla normativa vigente sulle leggi Popolari.

In evidenza

I vaccini e nozioni importanti da sapere

                                    

Salve a tutti, sono Maria Del Lujan Golafarini, dopo la diretta dell’altra sera, a grande richiesta, voglio parlarvi di questo argomento, così delicato quanto importante, per la tutela della nostra salute e dei nostri figli.

Tutto è iniziato con le mie ricerche, da mamma in dolce attesa, molte cose non mi convincevano e qualcosa non mi quadrava.

Come già anticipato avevo molti dubbi, prima che nascesse mia figlia, quando è nata ho iniziato ad approfondire le ricerche mille domande mi assalivano insieme a tante perplessità, è così che incontrai la prima persona nel mio cammino; una Dottoressa che lavorava al reparto prematuri dell’ ospedale di Pescara, anche Osteopata infantile, le nostre strade si sono incrociate, perché mia figlia già a pochi mesi ha dovuto fare delle sessioni da Lei, essendo nata con la testolina un po’ storta, questo errato posizionamento, sicuramente dovuto alla scorretta inclinazione che ha mantenuto per troppo tempo nella pancia, parlando, senza che io le esponessi i miei dubbi sulla vaccinazione così prematura ed in tenera età, così come richiesto dal calendario corrente.

Mi consigliò, se mai avessi deciso di vaccinare mia figlia, di farlo dopo l’anno di vita, spiegandomi che prima di quel momento il loro Sistema Immunitario non è sviluppato, rendendo quindi non efficace la vaccinazione, e dicendomi invece, che poteva essere dannoso per la sua salute.

Vorrei ora collegarmi ad una intervista del Dott. Stefano Montanari,che penso tutti conoscano o abbiamo sentito parlare di lui, che Adoro profondamente, come persona ma anche come Eccellente Scienziato riconosciuto a livello Internazionale (laureato in Farmacia, con tesi in Microchimica, ricercatore Medico Scientifico di fama Internazionale, specializzato in Micro e Nano particelle, insieme a sua moglie la (Dottoressa Antonietta Gatti), in questo suo intervento dichiarava che il Sistema Immunitario dei bambini matura tra i 2 ed i 4 anni, come citato prima raccontandovi dell’ incontro con la Dott.ssa dell’ospedale di Pescara.

Arrivo quindi alla mia considerazione personale supportata dal parere di medici qualificati che vaccinare i nostri figli, tra i 2/3 mesi, come vuole il calendario vaccinale odierno, non solo al bambino non serve a niente, bensì possono creare più danni che altro.

Cosa Sono I Vaccini: un breve ripasso

I vaccini sono una preparazione Farmacologica, somministrabile per via parentale o per via orale che dovrebbe creare un’ immunizzazione, dico dovrebbe, perché in molti casi, è stato riscontrato che così non è, questi possono contenere una forma attenuata del Patogeno (virus) da cui si vuole ottenere l’immunizzazione, possono inoltre contenere proteine e/o tossine (e tante altre cose, di cui parleremo più avanti) derivanti da questo stesso patogeno.

Esistono 3 tipologie di Vaccini:

I Vaccini vivi attenuati: contengono microrganismi contro cui si vuole ottenere l’immunizzazione in forma viva, (i più usati oggi) per questo è più facile sviluppare la malattia dopo l’inoculazione del vaccino.

I Vaccini inattivi: contengono una forma completa ma inattiva dei microrganismi per cui si vuole creare l’immunizzazione (che sono quelli che si usavano una volta) infatti prima i vaccini aiutavano di più a rafforzare il sistema immunitario, al contrario di quello sopra citato che lo indeboliscono.

I Vaccini ad antigeni purificati: contengono in forma inattivata, proteine, tossine e polisaccaridi del microrganismo per cui si vuole immunizzare l’individuo.

Spero di aver dato voce anche ai vostri dubbi, siamo in tanti ad avere questo pensiero che ci attanaglia, la prossima volta vorrei parlare con voi della loro composizione.

La ricerca sempre continua di nuovi studi non si ferma, c’è molto da scoprire ancora sui vaccini, c’è molta verità ancora nascosta.

Solo se non ci fermeremo, noi genitori per primi, riusciremo a far venire fuori quelle verità che possono aiutarci a decidere in serenità le cure migliori per i nostri figli.

I genitori tutti vogliono solo il meglio per i propri bambini. Uniti riusciremo a proteggerli.

                                                                                                                             
                                                       Maria del Lujan Golfarini                                                   

In evidenza

Ancora Bugie , Basta!!!!!

https://www.tgcom24.mediaset.it/politica/stati-generali-conte-a-settembre-il-piano-recovery-italia_19487994-202002a.shtml?fbclid=IwAR2ZDqJ6OOJWBc5Z7JqTfm0dEn_0bersccmLz8TuK62sVHiRko3m7WpiVPo

Dunque questi signori hanno la certezza di volerci vedere defunti tutti e a settembre varare un programma che ci porti i benefici? ennesimo tentativo di gettare un fumogeno per mascherare la assoluta incapacità di gestire un Governo, assoluta inadeguatezza e scarsità di contenuti, Il popolo vive una realtà diversa, dove si muore di fame e non si ha più la dignità del lavoro, questo è il risultato di una classe politica indegna che è lontana dalla gente e quindi avulsa dalle problematiche che le persone vivono. (cit FB)

In evidenza

AIUTO ALLE AZIENDE , LE GRANDI CANNONATE DI LIQUIDITA’ DEL PRESIDNETE DEL CONSIGLIO Conte (VOLUTAMENTE IN MINUSCOLO).

AIUTO ALLE AZIENDE  , LE GRANDI CANNONATE DI LIQUIDITA DEL PRESIDNETE DEL CONSIGLIO  Conte (VOLUTAMENTE IN MINUSCOLO).

Decreto Liquidità

Riferimento

Art1. ,1-bis e 13 ,DL n. 23/2020

Oggi un’altra brillante scoperta, sulle false dichiarazioni del nostro  Presidente del Consiglio.

Fatti:

Ho un piccola Azienda, nel settore informatico, premetto che ho sempre lavorato con soldi miei e mai della Banca. Fatturando mediamente dai 15.000 €ai 30.000€  mese   

ieri dopo consulto con commercialista, mi dice che va pagato  iva relativa al 4 trimestre 2019 che era in scadenza il 16 Marzo 2020 e prorogata al 16 giugno 2020 (causa chiusura aziende per Lock Down)

Avendo  vissuto , e pagato spese azienda , affitti, personale , dal 28 Febbraio ad oggi con i soldi risparmiati e compreso le somme da  versare di iva, e parliamo di 8.000 euro non grandissime cifre , mi consiglia di andare in banca  (Unicredit) ma sono tutte uguali, dove mediamente faccio girare dai 200.000€ a 400.000 all’anno, per richiedere finanziamento garantito dal Governo,  per somma fino a 30.000€  .

La risposta della Banca, non possiamo darglielo, primo perché 10 anni fa ero amministratore di una società che ha dichiarato Fallimento in proprio (chiudendo regolarmente attività e senza nessun debito) quindi a loro come banca tramite i loro circuiti interbancari,  risulta dai loro terminali questa dicitura, e nonostante io abbia un’altra azienda da 10 anni senza un debito, mai un problema di pagamenti,  nessun finanziamento in atto,  di quello che dice governo se ne Sbattono, (queste e stato il succo del discorso) , e  neanche ti fanno fare la domanda.

Ora mi domando, io in qualche modo reggo il colpo, rateizzerò sperando che il lavoro riprenda , il pagamento con agenzie delle entrate, ma mi domando.

Porca di quella miseria,  Ma perché dobbiamo essere presi per i fondelli dal Nostro Carlo Presidente Conte, e quella manica di incompetenti delle commissioni tecniche costate fior di milioni,  che hanno scritto questo decreto, si incompetenti, perché i soldi dovevano finanziarceli il Governo , non demandare alle banche, dei privati,  perché questi istituti se ne fregano altamente che tu riprendi o no a lavorare, se avessi avuto magari un’esposizione con la banca per qualche milione di Euro allora pur di rientrare dei loro soldi il finanziamento lo avrebbero dato, ma visto che non ho debiti per loro che la mia azienda esista o no poco importa.
ora che soluzioni rimangono.

Rateizzare e tirarmi il collo mese per mese per pagare queste somme nonostante io non abbia lavorato per colpa del Governo  per tre mesi , senza incassare quasi nulla,  Ho avuto una riduzione del 90 % delle entrate pur mentendo le stesse Spese.

O chiudere azienda,

Andare in svizzera e aprire la società, e lavorare in Italia,  mentendo cosi le tutatele della Svizzera per imprenditori.

Perché dovete costringere un azienda che ha sempre lavorato correttamente , con attivo, una delle aziende all’avanguardia nei sistemi di sicurezza attivi e passivi nei sistemi TLC , ad andare all’estero.

Voi non siete il mio Governo, non avete tutelato la mia impresa e le persone che lavorano con me , siete una manica di incapaci, degli improvvisati, voi e le vostre commissioni, 

Mi viene solo il voltastomaco.

                        Io sono sempre stato per cambiare le cose in modo legale e corretto, ma non posso ora dopo ennesima porcata da parte vostra , che non avete tutelato, noi cittadini ,non pensare a quelle famiglie ridotte sul lastrico, perché non tutti potranno riuscire ad assorbire il colpo , e pensano che la protesta debba essere diversa, anche violenta ( come dargli torto, si sentono come me abbandonati in balia di Strozzini legalizzati il sistema Bancario italiano) preposto dal Governo a darci gli aiuti economici , che voi Governanti ci avete promesso,  per il quale siamo costretti a mendicare un diritto, che voi ci avete tolto, il diritto al Lavoro, facendoci chiudere senza darci nulla per sostenerci.

Dalmasso Carlo